Casa di bambola: commento, personaggi e riassunto

Appunto inviato da janie85
/5

Commento, personaggi e riassunto del testo teatrale Casa di bambola di Henrik Ibsen (1 pagine formato doc)

CASA DI BAMBOLA: COMMENTO, PERSONAGGI E RIASSUNTO

Casa di bambola.
Titolo: Casa di Bambola.
Autore: Henrik Ibsen
Genere: Testo teatrale

Casa di bambola: scheda libro

CASA DI BAMBOLA: PERSONAGGI

Personaggi: Nora,Torvald,la signora Linde,Krogstad,Rank.

Casa di bambola: analisi

CASA DI BAMBOLA: RIASSUNTO

Riassunto del contenuto.

L'avvocato Torvald Helmer sta per essere nominato direttore della banca dove lavora e mettere fine ai problemi economici ai quali aveva dovuto far fronte per pagare le cure della grave malattia che lo aveva colpito.Sua moglie Nora,una donna mansueta che è sempre stata trattata come una bambola,gli fa credere che i soldi per la cura provengano dal padre di lei,un vecchio malato,ma è una bugia.Ella infatti non avrebbe osato chiedere un prestito al padre morente,rivelandogli che suo marito era in pericolo.Quindi ha ottenuto i soldi da un usuraio,Krogstad,dipendente di Helmer,falsificando la firma del padre.Nora crede di avere ormai risolto tutti i problemi finanziari restituendo il denaro a Krogstad,ma un giorno arriva a casa sua la signora Linde,una sua vecchia amica,arrivata in città per trovare lavoro.Nora si offre di chiedere al marito di aiutare l'amica e Torvald è ben contento di farlo,quindi licenzia Krogstad,odiato da tutti per la sua fama di usuraio,ed assume al suo posto la signora Linde.
Krogstad si reca da Nora e minaccia di dire tutta la verità a Helmer se lei non impedisce il suo licenziamento.Allora ella cerca di dissuadere Torvald con la sua dolcezza,la sua indole calma e mansueta,essendo per lui un giocattolo,un passatempo divertente e non una moglie.Ma i suoi sforzi sono vani e Torvald invia la lettera di licenziamento.Krogstad allora mette nella cassetta della posta degli Helmer una lettera dove spiega tutto l'accaduto a Torvald.Nora è terrorizzata dal fatto che il marito possa leggerla,così per distrarlo lo prega di aiutarla a ripassare la tarantella per il ballo al quale sono invitati quella sera.Egli perde tempo con lei e non controlla la posta.Nel frattempo la signora Linde si sente in dovere di trovare un rimedio a questo problema e si reca da Krogstad,del quale un tempo era stata innamorata,e gli propone di andare a vivere insieme,così non sarà più solo al mondo.

Casa di bambola: recensione

Lui è felicissimo e vorrebbe ritirare la lettera per Torvald,ma Linde gli dice di aspettare che Nora riveli la verità al marito.Al ritorno dal ballo Nora non può fare a meno di confessare a Torvald,che ha letto la lettera,le azioni che ha commesso per salvargli la vita.Egli è furioso con lei e non vuole più che sia Nora a educare i loro figli.Ma poi gli giunge un'altra lettera di Krogstad,che ritira tutto.Allora lui torna felice e grato alla piccola Nora di avergli salvato la vita.Ma lei ha ormai preso una importante decisione:stufa di essere trattata come una bambola,un'oggetto e non una persona,lascia la casa ed abbandona il marito e i figli,sicura e decisa a costruirsi un futuro tutto suo.

Casa di bambola: riassunto dell'Atto 1

CASA DI BAMBOLA: COMMENTO

Commento.

Il racconto evidenzia la condizione della donna nell'800,attraverso la storia di Nora,che scappa dalla casa del marito,il quale la tratta come un giocattolo,
considerandola solo un piacevole divertimento.E' un libro interessante e la protagonista è una donna solare e simpatica,ma alla fine si rivela anche determinata e forte.Questo testo,nonostante tratti argomenti seri,come l'inferiorità della donna,non è noioso ma anzi divertente e appassionante.L'opinione di Ibsen,però,è molto difficile da interpretare:la maggior parte dei lettori tende a pensare che con questo libro voglia elogiare Nora per essere fuggita da un marito così possessivo e superficiale;invece Ibsen era un uomo  conservatore e tradizionalista,che con "Casa di bambola"rimprovera Helmer per non essere stato abbastanza determinato e severo con Nora,non aver rivestito abbastanza il ruolo di "padre padrone"ed aver permesso che lei scappasse dal focolare domestico.

Henrik Ibsen: biografia