Autobiografia di Agatha Christie, La mia vita

Appunto inviato da elenina66
/5

Riassunto e commento de "La mia vita", autobiografia di Agatha Christie (1 pagine formato doc)

AGATHA CHRISTIE AUTOBIOGRAFIA

La mia vita di Agatha Christie.

Anche se non si tratta di uno dei tanti romanzi di Agatha Christie, ma della sua autobiografia è ritenuto da molti il suo migliore romanzo. Ed è proprio così. Si tratta di circa seicento pagine piene di ricordi: un vero e proprio viaggio nella memoria, un flusso continuo di reminiscenze talvolta con una vena nostalgica. Persone e luoghi riaffiorano nella memoria della scrittrice ininterrottamente.
Il suo ricordo è lucido, nitido come se non fossero passati molti anni dai giorni della sua spensierata infanzia, dal giorno del suo matrimonio con Archibald Christie o dai tanti viaggi che fece intorno al mondo. Il libro oltre ad essere una grande testimonianza della vita della scrittrice (a parte la sua scomparsa che non viene neppure accennata "..ho ricordato quello che volevo ricordare…" afferma la Christie) è anche una riconferma della bravura ; lo stile è talmente appassionante che come nei suoi gialli il lettore non vede l'ora di giungere all'epilogo.

Poirot sul Nilo di Agatha Christie: recensione

LA MIA VITA, AGATHA CHRISTIE

L'autobiografia contiene in sé anche parecchie " pillole di saggezza ", la Christie ci appare una donna che ha vissuto una vita davvero eccitante, una donna che con le sue esperienze è in grado di darci molti consigli ( " ..non tornate in un luogo dove siete stati felici se non lo fate continuerà a vivere dentro di voi, ma se tornate l'incanto sarà distrutto per sempre…). Tra i ricordi più cari nella memoria della Christie, sicuramente quello che ricorda con più nostalgia è la sua infanzia e la sua casa ad Ashfield (…" ed ecco che riaffiora nella mente sopra a tutto il resto… Ashfield" ). La Christie nella sua autobiografia fa un bilancio della sua vita, in un certo senso diciamo che ne trae la conclusione e il risultato appare essere un ritratto di una donna felice, appagata, serena e pronta ad accettare il futuro. Le sue ultime parole sono infatti di ringraziamento a Dio per l'amore e la felicità che le ha donato; si considera una donna fortunata. Ma ritornando al libro, abbiamo accennato al fatto di come la scrittrice non accenni all'episodio della sua scomparsa, dei suoi "undici giorni mancanti " di cui si sa davvero poco o nulla.

AGATHA CHRISTIE: RIASSUNTO LA MIA VITA

Dopo questa sua ennesima esperienza la scrittrice ha reso davvero la sua vita un romanzo intricato e velato da un grande mistero. Cosa ha fatto durante quei giorni? Perché è scomparsa? Queste domande ce le poniamo ancora oggi poiché la Christie ci ha lasciato con questo grande enigma forse il più difficile e sicuramente irrisolvibile perché non si tratta di uno dei suoi tanti gialli ma del mistero della sua vita. "La mia vita" è davvero il capolavoro della grande scrittrice inglese e vale la pena leggerlo, ne sarete affascinati e incantati.