Viaggio allucinante di Asimov: scheda libro

Appunto inviato da canaglia
/5

Scheda libro "Viaggio allucinante": romanzo fantascientifico di Isaac Asimov del 1966 (3 pagine formato doc)

VIAGGIO ALLUCINANTE ASIMOV: SCHEDA LIBRO

Scheda di un libro di fantascienza.
Nome dell’autore: Isaac Asimov
Titolo del libro: “VIAGGIO ALLUCINANTE”
Casa editrice: Oscar Mondadori Fantascienza
Anno di pubblicazione: Prima edizione del racconto nel 1966
Libro Mondadori edito nel maggio 1991 (X ristampa)
Genere del libro
“Viaggio allucinante” è un romanzo fantascientifico, perché sviluppa liberamente presupposti scientifici avveniristici che non corrispondono alla realtà.
Ambiente
I fatti narrati si svolgono essenzialmente in pochi ambienti.

Inizialmente, due capitoli hanno come sfondo un aeroporto e le strade di una cittadina americana.
Il corpo centrale della narrazione, invece, è ambientato in un laboratorio di ricerche scientifiche, in particolar modo all’interno del corpo umano di un uomo che è sottoposto alle attente cure di un’equipe di studiosi. Nel romanzo, i luoghi esterni sono solamente accennati mentre l’ambiente interno del corpo umano è ampiamente descritto.

Tempo
La vicenda è ambientata nei nostri giorni, ma Asimov aggiunge alla realtà attuale elementi tecnologici e scientifici prodigiosi tali da poter collocare la storia anche in un’epoca futura. Il grande talento dell’autore sta nel dar forma ad una fantasmagoria di realtà e immaginazione allo stesso tempo.

Isaac Asimov: opere in ordine cronologico

VIAGGIO ALLUCINANTE: TRAMA

Sintesi del racconto
La vicenda ha inizio con l’arrivo in un aeroporto americano di un famosissimo scienziato, Benes, scortato da un agente segreto, Grant. Questo scienziato aveva fatto una scoperta d’importanza vitale per l’umanità e un’organizzazione segreta governativa era riuscita ad accaparrarsi la sua collaborazione. Bisogna sapere che oltre a questa associazione ne esisteva un’altra, in opposizione, che cercava di perseguire i suoi piani scientifici a discapito dell’umanità. È per questo che, piuttosto che vedere una rivoluzionaria scoperta nelle mani del governo, cercano di uccidere Benes. Allora, durante il trasferimento in automobile dello scienziato dall’aeroporto alla sede dell’organizzazione governativa, i nemici tendono un’imboscata ma non con i risultati che si aspettavano: infatti Benes non muore, anche se viene ridotto in coma per una forte commozione cerebrale. Tutto sembra finito, anche perché non è possibile operare chirurgicamente dall’esterno,  ma gli studiosi del CMDF (l’organizzazione segreta governativa) preparano una missione nel tentativo disperato di salvare la vita a Benes: un pugno di uomini e un’affascinante ragazza vengono, grazie ad un sofisticato strumento chiamato  miniaturizzatore, ridotti alle proporzioni di batteri per distruggere l’embolo all’interno del corpo umano. Il loro “viaggio” si svolgerà all’interno di un sommergibile chiamato Proteus, anch’esso miniaturizzato. I partecipanti alla folle missione sono cinque: il primo è Peter Duval, il migliore chirurgo del cervello del paese, colui che ha il compito fondamentale di asportare l’embolo. Insieme a lui collabora la sua assistente, Cora Peterson. C’è poi il capitano Owens, il cui lavoro è quello di manovrare il sommergibile.