Perdite di carico in tubazioni con sezione circolare

Appunto inviato da magrisss
/5

Prova fatta in laboratorio per determinare le perdite di carico in una tubazione dove scorre acqua grazie a una pompa dovute alle perdite di carico localizzate e continue. Ampia spiegazione e schemi illustrativi. (7 pagine formato docx)

CENNI TEORICI: Nel moto di un liquido di cui non è possibile trascurare la viscosità, si creano degli sforzi di taglio che devono essere vinti se si vuole mantenere il liquido in movimento.


CICLO DI LAVORO, RACCORDO PER TUBAZIONI (Clicca qui >>)


Questi sforzi modificano la linea di carico (determinato dalla forza motrice che spinge l'acqua a muoversi da un punto all'altro dello spazio), che nel caso di condotti in cui non si considera la viscosità è orizzontale, e la linea scende gradualmente, a causa di alcune PERDITE DI CARICO CONTINUE.

ESERCIZI DI IDRAULICA (Clicca qui >>)


La perdita di carico è connessa appunto alla forza di attrito presente lungo le pareti del condotto.
Le perdite di carico continue variano a seconda del regime di moto in cui si trova il liquido; per determinare questo regime di moto e, di conseguenza, per scegliere la formula da utilizzare per calcolare le perdite di carico, si utilizza il numero di Reynolds: la formula che ci permette di calcolarlo da come risultato un numero puro.

ESERCIZI SULLE TURBINE IDRAULICHE (Clicca qui >>)


In base al numero trovato, classifichiamo i regimi di moto in questo modo:

Regime LAMINARE ( per  H2O     Re ≤ 2000);
Regime TRANSITORIO ( per  H2O     2000 < Re < 4000);
Regime TURBOLENTO ( per  H2O     Re ≥ 4000);