Prova di durezza brinell

Appunto inviato da aldi88
/5

Esercitazione di laboratorio: prova di durezza Brinell (11 pagine formato doc)

PROVA DI DUREZZA BRINELL RELAZIONE DI: CLASSE: SCUOLA: DUREZZA BRINELL NORMA DUREZZA BRINELL La norma che illustra le modalità di esecuzione della prova di durezza Brinell è la UNI EN ISO 6506 INTRODUZIONE SCOPO DELLA PROVA DI DUREZZA Le prove di durezza sono eseguite per ottenere un indice convenzionale dal quale trarre informazioni sulle qualità e sulle proprietà del materiale.
La prova di durezza è una delle più importanti e delle più utilizzate che si eseguono in laboratorio, la definizione di durezza non è unica, infatti, si tratta di una proprietà convenzionale dei materiali che dipende dal metodo utilizzato per rilevarla. I valori della durezza vengono determinati secondo vari metodi, fra i quali sono più comunemente impiegati quelli Brinell, Vickers e Rockwell.
Ogni metodo usa un diverso penetratore e un valore diverso del carico. Se, su uno stesso materiale, eseguiamo prova di durezza con metodi differenti otteniamo indici differenti. Perciò, nel fornire gli indici di durezza dei materiali, si deve sempre indicare il tipo di prova effettuata. Dopo il numero che dà l'indice di durezza si deve indicare il tipo di prova: HB (Brinell), HR (Rockwell), HV (Vickers). In metallurgia per durezza s'intende la resistenza che un materiale oppone alla penetrazione di un materiale più duro secondo una compressione localizzata. Considerando la sola durezza metallurgica, le prove si dividono in: Prove di durezza per penetrazione statica; Prove di durezza per penetrazione dinamica. Le prove del punto “a” costituiscono il gruppo maggiore ai fini industriali e si dividono in: Prove di macrodurezza; Prove di microdurezza. Le prove di durezza sono molto in uso perché hanno diversi vantaggi: non richiedono provette, potendosi eseguire direttamente sul pezzo in esame; non distruggono ne alterano l'organo sottoposto alla prova; forniscono indici di confronto per un giudizio sulle qualità dei materiali; consentono di stabilire il grado di lavorabilità alle macchine utensili di un pezzo; consentono di valutare con buona approssimazione, la resistenza a trazione degli acciai. Al crescere della temperatura la durezza diminuisce. PROVA DI DUREZZA BRINELL Il metodo di durezza Brinell viene usato in prevalenza per materiali teneri, quali acciai dolci, ottoni, leghe leggere. Questo è stato ideato dal metallurgico Brinell e consiste nel premere una sfera levigata d'acciaio temperato o di metallo duro di diametro “D”, per un prestabilito intervallo di tempo, con una prestabilita forza “F”(carico di prova), contro la superficie del pezzo o della provetta in esame e nel misurare il diametro medio “d” dell'impronta dopo la rimozione del carico di prova. La durezza risulta, per un certo carico, inversamente proporzionale alla superficie dell'impronta lasciata dalla sfera sul pezzo. Il diametro D della sfera di solito è di 10mm e il carico F più usato è di 3000 Kg (29.400 N). Per materiali più teneri, il carico può essere dimin