Romanticismo: uomo- natura

Appunto inviato da germy27
/5

Il romanticismo; rapporto uomo-natura in varie discipline-riferimenti a testi del periodo in lingua originale e ad artisti romantici. (2 pagine formato doc)

Il romanticismo è un movimento complesso di fine `700-inizio `800 nato in Germania e diffusosi in tutta Europa con varie tende Il romanticismo è un movimento complesso di fine `700-inizio `800 nato in Germania e diffusosi in tutta Europa con varie tendenze a seconda di ogni paese.
Il romanticismo propone una visione della natura del tutto nuova e diversa dalle precedenti.La natura è la manifestazione dell'infinito,principio del tutto,che l'uomo desidera ardentemente. Dal punto di vista filosofico si assiste ad una ripresa dei modelli meccanicistico di Spinoza e organicistico-finalistico di Leibniz.quindi nell'immagine della natura romantica avviene una sintesi tra il monismo e l'infinito spinoziano e l'organicismo-finalismo di leibniz.la natura è infinita e unitaria allo stesso tempo grazie ad un'unica forza polare,dinamica e infinita,forte e in continuo movimento.questa forza ha creato tutto e spiega il pensiero e la volontà dell'uomo in quanto egli è in perfetta armonia con l'universo.(Schelling esalterà quest'aspetto).Spesso la natura non è altro che l'epressione di Dio(panteismo) e l'uomo vi si immerge e vi si indentifica alla ricerca della pace.E' una madre divina,benevola e provvidente(per esempio in leopardi nel suo pessimismo cosmico),fonte dei valori più autentici e specchio dell'anima umana.Può mostrarsi melanconica,lucubre,sepolcrale,notturna,esotica o tempestosa purchè possa far da sfondo alle vicende amorose dell'uomo(come per Lamartine nel celebre poema “le lac” o nella “cancion del pirata “ di espronceda in cui il mare tempestoso è il luogo in cui l'uomo può sentirsi libero,senza leggi o costrizioni,specchio dei tormenti dell'animo umano).L'artista,mediatore tra finito e infinito rappresenta ciò che l'uomo comune non coglie:immagini e colori sfumati,assenza di contorni,atmosfera misteriosa e mare spesso in burrasca.(Géricault,Delacroix,Constable e Turner).come l'artista,il poeta si isola in una natura incontaminata,pura,in regioni in cui essa è il carattere predominante dello sfondo(come la generazione dei “lake poets”-coleridge e Wordworsth”). L'uomo romantico desidera l'infinito,che è irraggiungibile ed è radice del finito.questo aspetto segna la rottura e il totale distacco con l'illuminismo,filosofia del finito e del limite.infatti il romanticismo ribalta la visione illuministica,concependo l'infinito come principio del tutto.L'uomo non è altro che la manifestazione del finito nell'infinito.quindi la ragione,il sentimento e l'ansia di conoscenza sono infiniti e la brama di conoscere non sarà mai esauriente.L'infinito si manifesta con la natura,con cui l'uomo è in sintonia.Schelling,considererà l'arte l'organo supremo della filosofia nonchè l'unico mezzo con cui l'uomo può esprimere questo concetto.Infatti l'opera d'arte racchiude l'elemento naturale(la materia)e lo spiritualismo dell'artista,creando una sintesi tra spirito e natura, finito e infinito.Essa per Schelling non è altro che .