la magia può sostituirsi a Dio?

Appunto inviato da sylvia18
/5

l'era moderna ci mette davanti scelte sempre più impegnative.la tentazione è una di quelle.la magia può essere uno sfogo o una ribellione a Dio? (6 pagine formato doc)

La magia può sostituirsi a Dio La magia può sostituirsi a Dio? Per parlare di magia bisogna innanzi tutto considerare le differenze sostanziali tra questo ambito e quello della religione.
Come afferma massimo Introvigne, questa si differenzia dalla religione in quanto l'esperienza magica più che esperienza del Divino è un'esperienza del potere,così,se i nuovi movimenti religiosi sono classificabili in base al grado di distacco dalla specifica visione del mondo propria della Chiesa Cattolica,il contesto della magia e dei nuovi movimenti magici è caratterizzato da una pretesa di appropriarsi e possedere con la volontà ciò che nell'esperienza religiosa può essere concepito solo come dono. Definizione Il termine magia deriva dal greco “magheria”che significa scienza,saggezza;i maghi erano gli antichi sacerdoti persiani.
Anche il nuovo testamento parla di maghi e magia: i Magi che secondo il racconto di Matteo(2,1-12) si recano alla ricerca del Bambino Gesù guidati dalla stella, non sono però maghi nell'accezione moderna del termine, ma piuttosto scienziati o sapienti. Negli Atti degli Apostoli(8,9-24) si trova l'episodio di San Simone mago che, come molti altri, aderisce alla predicazione degli Apostoli e si fa battezzare.meravigliato per i prodigi da loro compiuti, offre del denaro per poter ottenere quel potere ,ma Pietro risponde: “il tuo denaro vada con in perdizione,perché hai osato di acquistare col denaro il dono di Dio” (At 8,20) da questo episodio deriva il termine SIMONIA riferito al commercio di cose sacre. Dal fatto che la magia si trova in tutti i popoli, qualcuno sostiene che essa sia la madre della religione. Ma i cristiani ed ebrei, come mostra anche la Bibbia, tracciano una netta distinzione. La Nota Pastorale della Conferenza Episcopale Toscana(CET)afferma: “la religione dice riferimento diretto a Dio e alla sua azione, tanto che non può esistere esperienza religiosa senza tale riferimento; la magia implica una visione del mondo che crede all'esistenza di forze occulte che influiscono sulla vita dell'uomo e sulle quali l'operatore di magia pensa di poter esercitare un controllo mediante pratiche rituali capaci di produrre automaticamente degli effetti;il ricorso alla divinità- quando c'è- è meramente funzionale, subordinato a queste forze e agli effetti voluti” quindi la magia parte dal presupposto di voler dominare le forze occulte, è la pretesa di sostituirsi a Dio, attribuendosi un potere su oggetti ed eventi della storia. Diverse forme e aspetti della magia Si possono individuare in particolare tre diverse forme di magia: Magia imitativa Secondo i quali il simile produce il simile, ad esempio: il trafiggere gli occhi ad un pupazzo accecherà la persona da esso rappresentata; Magia contagiosa Si basa sul principio del contatto fisico:per influire su una persona, il mago ha bisogno di qualcosa che le appartiene(peli,capelli,unghie,vestiti); Magia incantatrice Che attribuisce un potere particolar