Walter Gropius: biografia e architettura

Appunto inviato da unikore
/5

Biografia e architettura di Walter Gropius, un architetto, designer, urbanista e accademico tedesco e uno dei fondatori del Bauhaus (10 pagine formato doc)

WALTER GROPIUS: BIOGRAFIA E ARCHITETTURA

Walter Gropius.

Premessa. Walter Gropius ha lasciato una forte impronta nell’architettura del Novecento.
Fondatore del Bauhaus e strenuo difensore del Neues Bauen, egli è diventato una figura mitica dell’archittetura e del design moderni, meritandosi in egual misura, sin dagli anni venti, tanto ammirazione quanto avversione. In seguito, Gropius si è guadagnato significativi riconoscimenti internazionali e soprattutto negli Stati Uniti, un’autentica venerazione. In anni più recenti la sua figura e le sue vicende del moderno di cui fu strenuo difensore sono state sottoposte a nuove ipotesi critiche.
La sua opera è cosi divenuta oggetto delle discussioni circa l’evoluzione dell’architettura, dell’urbanistica e del design moderni. Questo studio è dedicato proprio all’opera architettonica di Walter Gropius.

Walter Gropius: biografia e opere

WALTER GROPIUS BAUHAUS

Il Movimento Moderno. Un nuovo movimento si sviluppa in Europa e in Italia. Alla fine delle prima guerra mondiale si sviluppano in tutta Europa tendenze e movimenti progettuali che ripropongono le idee delle avanguardie artistiche nella dimensione quotidiana. Come aveva già profetizzato il futurismo italiano, pare possibile reinventare l’interno universo costruito secondo una concezione nuova,moderna, futuribile. Il progetto diventa strumento di modificazione della condizione umana. Nucleo storicamente riconosciuto di questa visione utopistica è in Germania la scuola del Bauhaus. Qui artisti e progettisti dell’avanguardia, sotto la guida artistica e spirituale di Walter Gropius, si impegnano in un esperimento non solo didattico ma concretamente operativo. Così i prodotti della scuola sono destinati ad influenzare profondamente tutta la cultura europea del progetto. L’acciaio, i nuovi metalli, il vetro sono materiali simbolo che il Bauhaus e i suoi maestri come Gropius, Mies Van Der Rohe, Hannes Mayer, Marcel Breuer adottano per le tipologie più diverse. Nasce così un vero e proprio nuovo linguaggio espressivo degli oggetti. Nell’Italia fascista lo stesso linguaggio, filtrato attraverso la poetica mediterranea di Le Corbusier, si esprime nelle opere dei giovani razionalisti. Il linguaggio dell’avanguardia diventa strumento della battaglia modernista all’interno della dittatura antidemocratica.

Walter Gropius: progetti

WALTER GROPIUS ARCHITETTURA

Già nella triennale di Milano del 1933, molti dei prototipi d’abitazione realizzati su disegno d’Albini, Bottoni, Figini e Pollini, Lingeri, Terragni, s’ispirano nelle costruzioni e negli arredi al concetto di standardizzazione. Qui si attua un grande esperimento di ricerca su un nuovo modo di abitare, interpretato attraverso materiali industriali, più o meno autarchici: vetro securit, buxus, linoleum, alluminio..
L’impiego di tecnologie e materiali risultano così perfettamente coerente all’idea di leggerezza e trasparenza, politica e civile, che l‘edificio ingenuamente vuole rappresentare. Gli stessi mobili che sono disegnati e realizzati per gli uffici, in particolare quelli per la grande sala delle riunioni, un’originale interpretazione costruttiva.

Il Movimento Moderno: tesina

WALTER GROPIUS BIOGRAFIA

Biografia. Walter Adolph Gropius (Berlino, 18 maggio 1883 - Boston, 5 luglio 1969), architetto tedesco e fondatore del Bauhaus. Studia architettura a Monaco (1903) e a Berlino (1905-1907). Dal 1908 al 1910 collabora nello studio di Peter Behrens, dopo di che apre un proprio studio di architettura a Berlino. Da allora, e fino al 1925, lavora in collaborazione con Adolf Meyer. Nel 1911 progetta e realizza la fabbrica Fagus ad Alfeld, dove sono presenti innovazioni formali: con il vetro e l'acciaio sentiti come "privi di essenza" (Gropius) diede all'edificio una corporeità compatta e nello stesso tempo trasparente. Per la prima volta furono applicate pareti di tamponamento realizzate in vetro su di un edificio a più piani in muratura.