Calcolo della resistenza di una bobina

Appunto inviato da pacci2
/5

Calcolo della resistenza, della induttanza e della reattanza di una bobina (6 pagine formato doc)

CALCOLO DELLA RESISTENZA DI UNA BOBINA

Calcolo della resistenza, della induttanza e della reattanza di una bobina.

SCOPO DELLA PROVA:

Lo scopo principale di quest’esperienza era di individuare analiticamente il valore della resistenza della impedenza e la reattanza della bobina utilizzata, relativamente all’utilizzo di corrente continua o corrente alternata. In quest’ultimo caso, per essere precisi, la bobina viene considerata come una impedenza mentre, nel caso di corrente continua, la bobina diventa una semplice resistenza.

Conduttori, condensatori e corrente continua: formule

RESISTENZA BOBINA FORMULA

DESCRIZIONE: Per svolgere la prova si sono utilizzate le seguenti strumentazioni:..
Strumenti utilizzati:
Un amperometro analogico con le seguenti caratteristiche ( stampigliate sul quadrante ):
con:
– classe di precisione dello strumento;
- modalità di funzionamento ( AC, corrente alternata o DC, corrente continua );
- tipologia dell'indicatore;
- grado di isolamento ( l'apparecchio rimane stabile e sicuro se sottoposto ad una tensione fino a 2000 V ).
Un voltmetro analogico con le seguenti caratteristiche ( anch’esse stampigliate sul quadrante ):
con:
– classe di precisione dello strumento;
- modalità di funzionamento ( AC, corrente alternata o DC, corrente continua );
- tipologia dell'indicatore;
- grado di isolamento ( l'apparecchio rimane stabile e sicuro se sottoposto ad una tensione fino a 2000 V ).

Nikola Tesla: biografia, invenzioni ed energia libera

RESISTENZA ELETTRICA DI UNA BOBINA

Attrezzature utilizzate:
-CAVI CONDUTTORI A BASSA RESISTENZA con spine cilindiche ad incastro di vari colori e lunghezze ( per convenzione si utilizzano cavi rossi per il ramo uscente dalla polarità positiva del generatore, cavi neri per il ramo usente dalla polarità negativa del generatore ). Per quanto riguarda la lunghezza dei cavi, essendo la loro resistenza trascurabile, si è liberi di sceglierla in base alla maggiore comodità nell'impostazione del circuito.
-POTENZIOMETRO.

Questo componente è composto da una resistenza dotata di un cursore mobile per poter determinare un intervallo variabile all'interno del valore della resistenza stessa. Può essere utilizzato sia come resistore ( resistenza variabile ), sia come potenziometro, a seconda se li si collega rispettivamente in serie nel circuito ( collegando un capo della resistenza e il capo del cursore ), o in parallelo ( collegando i capi della resistenza ai capi del generatore e sempre un capo della resistenza e del cursore ai capi del circuito ). Nel circuito in questione questo componente si utilizza come potenziometro al fine di variare, muovendo il cursore, la tensione ai capi del circuito e meglio impostare la condotta della prova.
-BOBINA della lunghezza di 125mm e composta totalmente da 2500 avvolgimenti o spire. In corrente continua essa fungeva da resistenza mentre, con l’utilizzo della corrente alternata, aveva funzione di impedenza.