Analisi della Decollazione di San Giovanni Battista

Appunto inviato da claudiaselis
/5

dipinto di Caravaggio (1 pagine formato doc)

Analisi della Decollazione di San Giovanni Battista
Tipologia:pittura
Tecnica impiegata: olio su tela
Autore: Caravaggio
Committente:Gran maestro Alof de Wignacourt
Data: 1603
Dimensioni: 361x520
Collocazione: La Valletta, oratorio di San Giovanni Battista.
Lettura iconografica: Nella tela è raffigurato l’episodio narrato dai vangeli di Matteo e Marco: il re Erode Antipa fa uccidere Giovanni Battista per compiacere la bella Salomè, che ne ha chiesto in dono la testa.
Caravaggio propone il momento più drammatico e carico di pathos.
La scena si svolge all’esterno e ha per sfondo un edificio, forse la prigione in cui era stato incarcerato il santo, da una delle cui finestre assistono due uomini incuriositi. 


Il loro sguardo ci conduce alla scena che occupa il primo piano della parte sinistra della tela: un forte carnefice, il torace scoperto, mette mano al pugnale con cui sta per tagliare dal collo la testa del martire già ferito, come mostra il fiotto di sangue che sprizza dal suo capo (il sangue traccia la firma del pittore), afferrato con violenza per i cappelli dal boia. Un ancella, forse la stessa Salomè, si china porgendo il bacile destinato ad accogliere la testa mozzata. Una vecchia si porta le mani al volto inorridita; accanto a lei un uomo barbuto indica il vassoio.