Lo Shintoismo e la sua storia: tesina

Appunto inviato da silentangel
/5

Tesina dettagliata sulle origini, le caratteristiche, la diffusione e i vari aspetti della religione tipica del Giappone: lo shintoismo o shintoi (3 pagine formato doc)

SHINTOISMO: TESINA

Shintoismo.

Lo Shintoismo è la forma religiosa autoctona giapponese secondo la quale l’imperatore (tenno,cioè signore del cielo) discende direttamente dai kami(divinità). Il nome della religione deriva,secondo la lettura sino-giapponese(Kami no Michi) da Shin,divinità, e Toi,via o dottrina,quindi significa letteralmente “la via degli dei”.

SHINTOISMO STORIA

Cenni Storici. Lo Shintoismo non ha fondatore,in origine era il frutto della mescolanza di riti,miti,credenze e tecniche divinatorie radicate da secoli nella vita quotidiana del popolo giapponese..Il primo imperatore del Giappone fu Jimmu, considerato diretto discendente della dea del sole Amaterasu, e si ritiene che il suo regno abbia avuto inizio nel 660 a.C.

Durante il regno del XXIX imperatore(Kimmei) in Giappone venne introdotto il Buddhismo e così,per necessità di differenziazione tra le due dottrine,la religione giapponese prese ufficialmente il nome di shinto.Da allora shintoismo e buddhismo interagirono continuamente,come accade nella dottrina denominata Zoku Shinto(Shintoismo popolare) probabilmente elaborata dal monaco Gyogi in epoca Nara (710-782); secondo questo insegnamento non esiste differenza alcuna fra i Kami(dei) e Hotoke(Budda).

Ricerca sullo Shintoismo

SHINTOISMO TRADIZIONI

Durante il periodo di Kamakura (1192-1333), l’imperatore mantenne il potere solo formalmente, mentre il governo effettivo del paese passò nelle mani dello shogun,il più alto dignitario dello Stato. Fu in questo clima che lo shintoismo assunse connotazione nazionaliste e tradizionaliste, allo scopo di rivalutare la figura dell’imperatore. L’imperatore Meiji, salito al trono dopo la caduta dello shogunato Tokugawa, riconquistò l’effettivo potere e procedette al rinnovamento del regime imperiale ispirandosi a Motori Norinaga,uno dei maggiori teorici del sistema. Lo shintoismo venne infatti proclamato religione di Stato in un editto del 1868 e in seguito si stabilì che anche le varie correnti del culto ponessero come dogma principale la venerazione dell’imperatore e dei suoi avi..Il sovrano si stabilì a Edo(Tokyo dal 1869) e nel 1871 un altro editto imperiale impose che lo shintoismo venisse considerato un sistema separato dal Buddhismo.Dal 1913 al 1945 lo Shiikyo kyoku,una sorta di ministero delle religioni, esercitò un controllo molto stretto su tutti gli altri movimenti religiosi.Lo shintoismo cessò di essere religione di stato dopo la resa del Giappone, al termine della seconda guerra mondiale,quando l’imperatore Hiroito, salito al trono il 24 dicembre 1926,dovette rinnegare la propria origine divina,rinunciando a considerarsi un kami vivente; egli perse inoltre molti dei suoi poteri politici in seguito all’adozione della Costituzione nel 1947.Attualmente in Giappone a ogni cittadino è garantita l’assoluta libertà religiosa,tanto che si può ricevere la benedizione divina da bambino secondo il rituale shintoista,celebrare il matrimonio in una chiesa cristiana ed essere seppelliti con una cerimonia buddista.

SHINTOISMO DIFFUSIONE

Diffusione e localizzazione geografica. Lo shintoismo è praticato quasi esclusivamente in Giappone,i centri di culto principali sono Ise e Izumo.E’ invece molto difficile stabilire il numero esatto dei fedeli,poiché come già detto lo shintoismo non è propriamente una confessione religiosa, bensì una fitta trama di riti e credenze,difficilmente riconducibili a schemi,che vanno a formare il tessuto stesso della società giapponese.Secondo alcune fonti vi sono circa 100 milioni di giapponesi che praticano una combinazione di shintoismo e buddhismo.