I minerali del ferro

Appunto inviato da vitcano
/5

Ematite, Magnetite, Pirite, Limonite, Siderite (3 pagine formato doc)

Il nome del minerale deriva dal greco e significa sangue per il colore rosso della polvere.
Materiale molto comune. Sistema cristallino: trigonale. Si presenta in cristalli poliedrici (ologisto) (vedi figura) sia in aggregati mammellonari. la varietà terrosa viene chiamata "cera rossa". Colore del minerale: nero o grigio ferro scuro. Colore della polvere: rosso bruno. Lucentezza: metallica Durezza: 6,5 Densità: 5,2 - 5,3g/cm3 Località: è uno dei minerali di ferro più comuni e diffuso in molte rocce. Importanti giacimenti si trovano in Europa e negli Stati Uniti. In Italia l'Ematite è presente soprattutto a Rio Marina (Isola d'Elba) associata a pirite: il minerale si presenta spesso sotto forma di cristalli fortemente iridescenti e di particolare lucentezza. Usi: è il più diffuso minerale industriale di ferro; l'ocra rossa è usata come pigmento. Usata anche per fare collane o gemme di vario tipo. Magnetite - Fe3O4 Sistema cristallino: cubico. Cristalli formati da ottaedri perfetti o rombododecaedri Colore del minerale: nero fumo Lucentezza: metallica opaca. Durezza: 5 - 5,5 Densità: 5,2 g/cm3. Fortemente magnetica (è la calamita naturale) si può trovare nelle rocce più diverse, frequente nelle eruttive femiche ed ultrafemiche. Località: Le più importanti miniere sono in Svezia, Russia, Stati Uniti.
In italia ricordiamo Cogne (Val d'Aosta), Traversella (Ivrea) e Capo Calamita (Isola d'Elba). Usi: è il più ricco e il più importante minerale industriale di ferro. Pirite Il nome del minerale deriva dal greco e significa fuoco: è cioè capace di emettere scintille per strofinio. Minerale molto comune. Sistema cristallino: cubico. Le forme più comuni sono rappresentate dal cubo e dal pentagono dodecaedro, che viene anche comunemente detto "piritoedro", più raramente in ottaedri. Colore del minerale: giallo ottone o giallo oro pallido Colore della polvere: nero verdastro o grigiastro Lucentezza: metallica Durezza: 6,5 Densità: 5-5,2 g/cm3 Rarità del minerale: molto comune Località: E' il solfuro più abbondante e diffuso in tutti i giacimenti del mondo (Spagna, America, Germania, ecc.) e si può trovare in quasi tutte le condizioni di giacitura. In Italia cristalli eccezionali per varietà e grandezza sono stati trovati all'Isola d'Elba, famosi sono i pentagonododecaedri di Rio Marina e i cubi striati (pirite triglifa) di Gavorrano (Grosseto); a Rio nell'Elba si trova mista a calcopirite, a Rio Marina associata all'ematite. Usi: Per la produzione di acido solforico e di ferro. Limonite - Fe2O3*nH2O Considerata per molto tempo come specie mineralogica, indica invece una roccia composta da materiali amorfi( idrossidi di ferro non cristallizzati ) e da minerali, in particolare da goethite e da lepidocrocite, modificazioni polimorfe dello stesso ossido idrato, FeO(OH) . Nell’uso comune il termine limonite, come quello di ocra , indica idrossidi di ferro non definibili. Aspetto, proprietà fisiche e chimiche: si presenta in mass