Il terreno

Appunto inviato da danielecavallo
/5

Definizione di terreno, differenza tra terreno natuale e agrario, diversi strati del terreno, e altre sintetiche annotazioni su costituenti ed esposizione del terreno (2 pagine formato doc)

IL TERRENO

Il terreno da un punto di vista generale viene definito come lo strato più superficiale della crosta terrestre, capace di ospitare la vita delle piante costituito da sostanze organiche ed inorganiche.Nel terreno possiamo distinguere le seguenti tre fasi fisiche: fase solida (che ha natura sia organica che inorganica), fase liquida e fase gasosa.

Il terreno quindi è un "corpo naturale" con una propria organizzazione ed evoluzione.In rapporto alla vita delle piante il terreno svolge le seguenti funzioni: ABITABILITà ed NUTRIZIONE.

Noi distinguiamo i terreni in:

Terreni autoctoni, tali terreni si formano in seguito ai processi pedogenetici a carico della roccia madre e rimangono nello stesso luogo in cui si sono formati.

Terreni alloctoni, si formano per trasporto di particelle dal momento in cui si formano i terreni autoctoni verso altri punti della superficie terrestre.Li possiamo a loro volta distinguere in; alluvionali-glaciali-litorali.

TERRENO NATURALE

E' il terreno che si è formato sotto l'influenza di pedogenetici naturali (acqua, vento, temperatura, piante, animali ecc...).
Esso ospita eventualmente una vegetazione spontanea quasi sempre composta da più specie in associazione ed in equilibrio con l'ambiente.Alla formazione del terreno naturale l'uomo non ha concorso in alcun modo.

TERRENO AGRARIO

E' quel terreno che ospita piante agrarie.
Esso è interessato ed è modificato più o meno profondamente dall'attività agricola dell'uomo.

Il terreno agrario può resentare tuttavia i cosiddetti strati di inibizione, i quali possono ostacolare lo sviluppo delle radici.Noi possiamo distinguere i seguenti strati di inibizione:

1STATOI TOSSICI, tali strati sono caratterizzati dalla presenza di sostanze nocive per le radici delle piante.Sono strati nocivi perché si ha la presenza di sostanze dannose.

2 STRATI ARIDI, si trata di strati privi di acqua e che per questo non permettono l'allungamento delle radici.

3 STRATI IMPERMIABILI, sono strati che troviamo nelle zone caratterizzate dea piogge abbondanti e concentrate in determinati periodi dell'anno.

4 CROSTONE, è uno strato di roccia più o meno spessa che si trova generalmente a 20-30 cm di profondità e al disotto di esso si trova ancora terreno. Il crostone è uno strato di roccia costituita da carbonato di calcio e di magnesio.