Tessuto epiteliale

Appunto inviato da allegrilaura89
/5

Introduzione alle principali caratteristiche dell'epitelio di rivestimento e dell'epitelio secretore (2 pagine formato doc)

Sono i più numerosi del corpo e sono costituiti da gruppi di cellule unite tra loro tramite GIUNZIONI:

• SERRATE → zone porose dei plasmalemmi di due cellule contigue; impediscono a ciò che passa nel lume di entrare nella membrana, altrimenti si perderebbe selettività.
Accanto ad esse si trovano i DESMOSOMI, cioè zone del plasmalemma di cellule vicine ricche di filamenti intermedi del citoscheletro (CHERATINE) che provvedono alla compattezza meccanica del tessuto.

• DI COMUNICAZIONE → permettono il passaggio di ioni e messaggi (GIUNZIONI INTERROTTE); sono dei pori e permettono la comunicazione da una cellula all'altra. Sono attivate da recettori.

I tessuti epiteliali sono di origine endotermica tranne l'epidermide che deriva da ectoderma, e sono costituite da:

- polo apicale

- polo basale → su cui si appoggiano le cellule

Tre tipi di tessuto epiteliale:

• DI RIVESTIMENTO → separa 2 spazi;

• di rivestimento con funzione di TRASPORTO;

• GHIANDOLARE → elabora secreti.

EPITELIO DI RIVESTIMENTO

Si trova in zone di confine fra spazi che devono essere isolati tra loro (es. epidermide, tratto digerente superiore, parti superiori delle vie aeree, vie urinarie, una parte degli organi genitali femminili).
Si dividono in:

- semplici → singolo strato di cellule; non molto resistente ma efficace via di diffusione o trasporto.

- composti → o stratificati, più strati; riveste regioni sottoposte a sollecitazioni.