Riassunto sull'apparato genitale maschile

Appunto inviato da russomariaag
/5

i testicoli, vie respiratorie e ghiandole annesse (3 pagine formato doc)

Riassunto sull'apparato genitale maschile - Apparato genitale maschile.

L’apparato genitale maschile si occupa della produzione, della maturazione e del trasporto degli spermatozoi ed inoltre dell’emissione del liquido spermatico.
Esso inoltre produce ormoni sessuali maschili, che andranno ad agire sugli altri apparati dell’organismo.
L’apparato genitale maschile è costituito da:
1.    Gonadi (testicoli)
2.    Vie genitali
3.    Ghiandole annesse
4.    Organi genitali esterni

Leggi anche Le caratteristiche dell'apparato genitale maschile

Testicoli - I testicoli sono le gonadi maschili, sono organi pari e pieni, localizzati all’esterno del corpo, in una sacca cutanea chiamata borsa scrotale. Questo consente ai testicoli di essere sottoposti ad una temperatura circa 2°C inferiore rispetto alla temperatura corporea, questo è fondamentale per la spermatogenesi.
I testicoli in origine sono organi interni alla cavità addominale ed organi intraperitoneali.
Poi transitano tra i muscoli larghi dell’addome, si immettono nel canale inguinale corrispondente e raggiungono l’esterno, trascinandosi però il rivestimento peritoneale. Il contatto con l’addome viene perso, poiché il collegamento peritoneale viene reciso. La sierosa rimasta prende il nome di tonaca vaginale propria.

Leggi anche Struttura e funzioni dell'apparato genitale maschile

Il testicolo ha forma ovoidale, presenta:
-    una superficie laterale;
-    una superficie mediale;
-    un margine anteriore;
-    un margine posteriore, in cui si apre l’ilo e che prende contatto con il corpo dell’epididimo;
-    un polo superiore, su cui si adagia la testa dell’epididimo;
-    un polo inferiore, in cui è presente il legamento scrotale, che consente l’attacco dell’organo al fondo della borsa scrotale.
Per comprendere la struttura del testicolo bisogna analizzare una sezione sagittale.
Il testicolo, come gli altri organi pieni, è rivestito da una capsula fibrosa, in questo caso interna alla tonaca vaginale propria, e che prende il nome di tonaca albuginea.
Dalla tonaca albuginea si dipartono i setti fibrosi, che si proiettano verso l’ilo, si riuniscono, dando origine a una formazione fibrosa chiamata mediastino.

Leggi anche L'apparato urinario genitale

Il parenchima testicolare risulta diviso dallo stroma (tonaca albuginea e setti) in 200-300 logge di forma piramidale, con l’apice rivolto verso l’ilo dell’organo.
In ciascuna loggia si trova del tessuto connettivo lasso, che svolge funzione trofica e di sostegno, da 1 a 3 tubuli seminiferi contorti, e le cellule interstiziali del Leydig, che vanno a costituire la ghiandola interstiziale testicolare.