Caratteristiche dell'antropologia

Appunto inviato da osicran81
/5

Introduzione all'antropologia e le sue caratteristiche (7 pagine formato doc)

CARATTERISTICHE DELL'ANTROPOLOGIA

Caratteristiche dell'antropologia.
ETNOGRAFIA E TEORIA prodotto di una ricerca effettuata su un popolo per produrne un documento scritto (monografico) attraverso l’osservazione partecipante (distacco e coinvolgimento) con l’obiettivo di vedere dal punto di vista del nativo, distinguendo usi e costumi da luoghi a luoghi.
CONTESTO ciò che si vive in un luogo non si vive in un altro.
OLISMO influenza reciproca delle sfera della vita.
COMPARAZIONE casi di studio in cui nella loro differenza culturale vi sono delle comparazioni (Marocco e Indonesia entrambi Islamici).
UNIVERSALISMO E RELATIVISMO caratteristiche universali che ci accomunano accompagnate dalle caratteristiche proprie di ogni cultura (es.

funerale)
ETNOCENTRISMO una determinata popolazione da per scontato i propri criteri culturali rispetto ad altri.
DECENTRAMENTO il confronto con un’altra cultura stimola la riflessione critica verso la propria (contro etnocentrismo).
DIALOGICO il modo di interpretare le interpretazioni nei vari contesti culturali (l’antropologo interpreta i significati e li traduce).
PLURIPARADIGMATICO Paradigma (teoria specifica da seguire).
Inizialmente uniche ora svariate.

Antropologia culturale: riassunto schematico

ANTROPOLOGIA CULTURALE: CONCETTI DI BASE

INCOMPLETEZZA - L’uomo si distingue dai primati da quando ha introdotto caccia, fuoco e linguaggio. E’ un animale difettoso (meno forza e istinto e incapace di garantire la sopravvivenza, progressiva diminuzione dei comportamenti innati = necessita esperienza culturale). Si completa con la Cultura, che è la principale capacità della specie umana nel produrre significati e dare senso a tutto ciò che esiste e accade. Gli uomini vivono in un ambiente creato da loro stessi, la capacita di adattamento dipende poco dalla sua costituzione biologica e molto dalla sua capacità di produrre cultura.
L’uomo è immerso nell’Ecosistema ma: è limitato da: ristretto movimento di percepire e interagire con l’esterno. Impulsi fisiologici o primari. Non ha una speciale costituzione biologia innata. Processo di sviluppo lento (fetalizzazione extrauterina) rispetto ad altra specie. Ma può: Apprendere in maniera prolungata nel tempo. Creare relazioni con l’ambiente naturale e sociale. Consapevolezza dell’IO.

ANTROPOLOGIA DEFINIZIONE

Uomo carente perché: 1. Reciproca influenza dell’evoluzione organica con quella culturale. L’uomo è un animale culturale. 2. Plasticità (modellabilità, adattabilità all’ambiente fisico e culturale). 3. L’uomo agisce in base alla propria cultura e modifica la natura per soddisfare i propri bisogni. 4. La cultura sono le culture, il pensiero dell’uomo cambia in base ai contesti storico-culturali in cui vive (culture al plurale).
COMIUNITA TRANSNAZIONALI. SAYAD “Ogni immigrato è anche e sempre un emigrato”
Negli anni 90 diversi studi si sono focalizzati sulle pratiche finalizzate a mantenere molteplici relazioni sociali che nei contesti di origine e approdo formano comunità e reti che attraversano i confini politici e geografici, sviluppando cosi la “doppia presenza” del migrante in una prospettiva transnazionale. I migranti dell’Africa sfruttando le strategie di vita transnaz sono riusciti ad avviare con successo diverse attività economiche.