Diritto pubblico e privato

Appunto inviato da genny47
/5

Appunti di diritto pubblico e privato (71 pagine formato doc)

Introduzione Il diritto pubblico riguarda l'amministrazione pubblica e l'organizzazione delle leggi.
Un gruppo sociale è l'insieme di individui (sportivi, religiosi, politici,. . . ) i quali, nel perseguimento di nalità comuni, tendono a darsi delle regole (norme), delle norme di organizzazione e delle norme che speci chino le comuni nalità. Una norma è giuridica quando può dettare al gruppo sociale progetti cogenti, cioè capaci di costringere l'individuo al rispetto della norma stessa. Gli elementi che caratterizzano una norma giuridica sono tre: ˆ Generalità: la norma deve essere rivolta a tutti i componenti del gruppo sociale indistintamente. ˆ Astrattezza: la norma enuncia una situazione astratta, cioè tipica ed ipotetica, senza far riferimento a casi concreti. ˆ Coazione: la norma deve prevedere sanzioni per chi non la rispetta. L'insieme delle norme giuridiche che disciplinano la vita, il funzionamento e l'organizzazione del gruppo sociale si chiama ordinamento giuridico .
Le norme degli altri ordinamenti giuridici che coesistono con l'ordinamento giu- ridico statale devono essere rispettose delle norme di quest'ultimo, pur essendo ogni ordinamento giuridico indipendente. Quello di legge è un concetto più generale rispetto a quello di norma; essa si compone di più disposizioni (un sinonimo meno preciso di disposizione è articolo) che poi sono ciò che compare materialmente alla lettura; il testo è a sua volta composto da uno o più commi (o capoversi). La norma è in pratica il precetto che scaturisce dalla disposizione mentre la legge è un atto giuridico il cui contenuto è dato da norme. Da una disposizione si ricavano uno o più precetti (norme) indirizzati agli individui del gruppo sociale. 1 CAPITOLO 1. DIRITTO PUBBLICO 2 Art. 12 C. C. - Interpretazione della legge Comma I: nell'applicare la legge non si può attribuire ad essa altro senso che quello fatto palese dal signi cato proprio delle parole secondo la connessione di esse e dall'intenzione del legislatore. Comma II: se una controversia non può essere decisa con una precisa disposizione, si fa riferimento alle disposizioni che regolano casi simili o materie analoghe; se il caso rimane ancora dubbio, si decide secondo i principi generali dell'ordinamento giuridico dello stato. Il giudice, dovendo applicare una disposizione, deve operare un'interpreta- zione letterale secondo la connessione delle parole e può risalire alle intenzioni di chi ha fatto la legge tramite tale interpretazione. Disposizione 14 - Divieto di interpretazione per analogia in ma- teria penale: la legge penale non si può applicare oltre i tempi ed i casi in essa considerati. Questo è dovuto al fatto che, altrimenti, si violerebbe il principio di legalità della Costituzione. Art. 25 - Nessuno può essere punito se