Impieghi delle rocce nell'edilizia

Appunto inviato da nappy
/5

L'appunto descrive brevemente gli impieghi delle rocce nell'edilizia. (1pg. file.doc) (0 pagine formato doc)

Impieghi delle rocce nell'edilizia Impieghi delle rocce nell'edilizia Globalmente si può dire che il loro uso e commercio viene definito ed accertato dalle locali Camere di Commercio, che ne fissano anche i costi, particolarmente per le pietre ornamentali.
Il loro parere viene considerato ufficiale, in quanto in Italia non esiste una specifica normativa di legge, oltre ai R.D. 16 novembre 1939, n.2232 e n.2234 “Norme per l'accettazione delle pietre da costruzione” e “Norme per l'accettazione dei materiali per pavimentazione”, nonché la Norma UNI 8458 sulla terminologia e la classificazione dei prodotti lapidei. Ciò determina però usi e consuetudini molto differenti da posto a posto, sia per la fornitura, l'imballaggio, che per la messa in opera.
Ciò vale anche per la misura (che ovviamente varia anche in funzione degli impieghi), la fatturazione, i collaudi, le tolleranze e il pagamento; tutte voci che vanno comprese negli specifici capitoli. Rocce d'impiego industriale. Sono materiali di base per le industrie connesse all'edilizia e vengono sottoposti a trattamento industriale di trasformazione, fino ad acquisire le caratteristiche richieste: Pietre da calce e cementi. Una volta cotte sono alla base della produzione di cementi, calci e malte. Rocce per leganti idratanti. Servono per produrre cementi e calci, che dopo la cottura, induriscono sott'acqua. Gesso. Minerale cotto e disidratato, da cui si derivano varie tipologie di prodotti atti a vari impieghi. Argille da Laterizi. Famiglia dei silicati che una volta cotti costituiscono i laterizi. A seconda degli impieghi richiesti si considera anche la loro plasticità, porosità, fusibilità, il loro colore, indurimento e ritiro. Isolanti termici ed acustici. Tutte le rocce godono di queste caratteristiche; tra di esse in particolare alcune, dopo essere state oggetto di trattamento industriale, vengono impiegate per scopi particolari. Ricordiamo qui le Pomici, rocce leggerissime usate come isolante termoacustico in intercapedini; la Perlite, particolare tipo di ossidiana in sferule, che una volta cotte industrialmente risultano affini alla pomice. Vermiculite: argilla scagliosa, riscaldata e impiegata come isolante, da sola o mista a cementi. Diatomite, farina fossile silicea, impiegata come refrattario per forni. Lana Minerale: dolomite e calcari impuri con silicati, che riscaldati ad alta temperatura danno un materiale fibroso isolante. Rocce come elemento di costruzione. Sono rocce che da millenni vengono impiegati nell'edilizia, o tali quali o lavorate meccanicamente, a seconda delle loro qualità specifiche. Murature ordinarie. Vengono impiegate a secco o con leganti, sia informi (pietra grezza), sia lavorate (conci). Utilizzate sia per muri che per fondi stradali (ciottolati). Il loro impiego è legato alla disponibilità locali ed è per lo più condizionato dalle caratteristiche di resistenza meccanica. Rivestimenti. Lastre di roccia, non necessariamente lucidate i scolpit