Walter Gropius: progetti

Appunto inviato da nappy
/5

I Progetti dei primi anni americani di Walter Gropius: Casa Gropius, il progetto per il Black Bountain College, Padiglione della Pennsylvania e Aluminium City (3 pagine formato doc)

WALTER GROPIUS PROGETTI

I Progetti dei Primi Anni Americani di Walter GropiusCasa Gropius. Lincoln (massachusette), Baker Bridge Road –1938 - Giunti negli Stati Uniti nel marzo del 1937, Ise e Walter Gropius iniziano subito a cercare una bella zona per costruirvi la loro casa.

I dintorni di Lexington, Concord e Lincoln incontrano in modo particolare i loro favori e, in settembre, affittano una casa in stile coloniale in quell’area. Nelle lettere che invia in Germania, Gropius sostiene allora di essere impegnato a studiare l’architettura autoctona americana e si rivela particolarmente entusiasta del Colonial Style, tanto da scrivere a Breuer, ad esempio, che queste case, in quanto a “semplicità, funzionalità e unitarietà sono in linea con le nostre idee”.
Gropius era riuscito ad ottenere di poter disporre negli stati Uniti di tutti i suoi mobili e documenti, grazie a un accordo raggiunto col ministero della propaganda di Berlino. In cambio di questa concessione, il ministero era autorizzato a divulgare la notizia che per la prima volta un cittadino tedesco aveva ottenuto l’ambita cattedra di architettura della Harvard University. Poiché Gropius non dispone dei fondi per la casa, Henry Shepley, partner di studio famoso, si appella alla ricchissima signora James Storrow, domandandole di concedere all’architetto tedesco di costruire una casa su uno dei suoi terreni a Lincoln, per cedergliela in affitto.

Walter Gropius: biografia e opere

CASA GROPIUS

La signora Storrow finanzia la costruzione e concede a Gropius l’opzione per l’acquisto della casa dopo alcuni anni. Come Breuer, che nello stesso periodo e alle stesse condizioni costruisce una villa nel terreno vicino, Gropius studia con molta cura il progetto, destinato a diventare una sorta di biglietto da visita, per il nuovo professore di Harvard University e per le sue idee architettoniche, e una prova delle sue capacità per i potenziali committenti. Inoltre, la costruzione deve dimostrare che l’architettura moderna può venir realizzata con materiali locali e sistemi costruttivi tradizionali, cioè che la scelta di un nuovo stile architettonico non comporta né aumenti di costi, né particolari problemi costruttivi.
Di conseguenza Gropius e Breuer decidono con l’imprenditore edile, Caspar J. Jenney di Concord, di realizzare una costruzione leggera con telaio in legno e rivestimento in sequoia dipinto di bianco, senza rinunciare al tetto piano. Per le rifiniture, le porte, le finestre e i vari impianti, vengono utilizzati prodotti standard. Il ricorso a metodi e materiali costruttivi tradizionali intende dimostrare che l’architettura moderna può organicamente continuare la tradizione edilizia del New England, adattandosi al paesaggio e al clima della regione.

Walter Gropius: biografia e architettura

WALTER GROPIUS ARCHITETTURA

Per questo motivo, i problemi di insolazione sono studiati con particolare cura: d’inverno, la luce bassa del sole penetra direttamente nella sala da pranzo e nel soggiorno, mentre da maggio a settembre l’irraggiamento è schermato da una fascia sottile, posta ad un metro dal tetto, in modo da permettere all’aria calda di defluire. Tali soluzioni inducono Sigfried Giedion a celebrare la casa come esempio del “nuovo regionalismo”. A suo parere, la casa di Gropius è una dimostrazione del fatto che il Neues Bauen non è un’International Style uguale in tutto il mondo, ma una pratica di volta in volta capace di cogliere la struttura di ciascuna tradizione e regione, continuandole senza cadere.
La pianta del pian terreno è abilmente risolta entro un volume rettangolare. Interno ed esterno sono rapportati l’uno all’altro in modo calibrato, sia nella piante che nei prospetti, mediante diverse terrazze e superfici vetrate: la vita domestica si può svolgere in molteplici modulazioni tra casa e giardino, tra sole e ombra.