1400 in arte

Appunto inviato da io9294
/5

Piccolo sunto dei cambiamenti nell'arte del '400 (3 pagine formato doc)

Il 400 è il periodo in cui l’uomo ha abbandonato la visione ascetica e trascendentale della vita, e ha ritrovato fiducia in se stesso.
Perciò questo periodo viene chiamato Rinascimento. Tra i principali artefici di questa rinascita abbiamo Brunelleschi , Masaccio e Donatello. In questo periodo in Italia avviene la riscoperta culturale classica grazie al ritrovamento di numerosi manoscritti greci e romani provenienti da Costantinopoli. Brunelleschi fu uno dei maggiori artefici dell’arte rinascimentale italiana. In particolare lui riprese la prospettiva di Vitruvio, che era un architetto romano vissuto nel I sec a.C.
Le principali opere di Brunelleschi sono:
- cappella del duomo di Santa Maria del Fiore 
- cappella Pazzi 
- loggia dell’ospedale degli innocenti


Inoltre Brunelleschi fu il sostenitore e promotore di un’idea molto importante. Infatti sosteneva che l’architetto era il padre del progetto e quindi unico responsabile di crollo o danni all’esercizio.
Il rinnovamento della scultura italiana in senso naturalistico e classicheggiante venne portato avanti da scultori italiani come Ghiberti , Jacopo della Quercia e specialmente da Donatello. Egli si recò a Roma molto giovane per studiare le opere classiche. Dopo aver lavorato presso la bottega del Ghiberti, dette prova della sua abilità scolpendo la statua di San Giorgio. Altra opera importante fu il David bronzeo. 
San Giorgio: l’opera fu commissionata per essere posta in una nicchia della chiesa di Orsanmichele nel 1416. Ora l’originale si trova nel museo del Bargello. Quest’opera rivela il gusto classico di Donatello per la compostezza della posizione e l’equilibrio delle forme. La perfezione del volto e la sua espressione ferma simboleggiano la presa di sicurezza da parte dell’uomo del tempo.


David bronzeo: attualmente si trova nel museo del Bargello a Firenze, venne realizzato da Donatello nel 1430. È considerato uno dei suoi capolavori. La statua rappresenta Davide dopo aver ucciso Golia. Il suo volto è serio e sembra simboleggiare come rifletta sulla triste sorte dell’ avversario.
La rivoluzione operata nel campo pittorico venne portata avanti da Masaccio. Si chiamava in realtà Tommaso Cassai, veniva chiamato in questo modo per la sua trascuratezza nel vestirsi, nell’affrontare le questioni nell’ambito quotidiano. Nacque nel 1401 a San Giovanni Val dell’Arno, ma si trasferì a Firenze. Morì a Roma a 27 anni. Masaccio introdusse 2 nuove innovazioni :
- nuova concezione dello spazio prospettico