Jan van Eyck: opere

Appunto inviato da miranda
/5

Introduzione alle opere del massimo esponente dell'innovativa pittura fiamminga, Jan van Eyck (2 pagine formato doc)

JAN VAN EYCK OPERE

Jan van Eyck.  La Pittura FiammingaJan Van Eyck, e' il massimo esponente della pittura fiamminga, movimento dei pittori originari delle Fiandre contemporaneo al rinascimento italiano del 1400.
Questo tipo di pittura presente delle innovazioni rispetto al rinascimento, ma sono molte le analogie fra i due stili artistici.
Inazitutto sia i fiamminghi che i pittori italiani cercano nel '400 di rappresentare il mondo visibile e l'uomo in rapporto con l'ambiente che lo circonda; Se i pittori rinascimentali si avvalgono della prospettiva e puntano sull'espressivita' dei loro soggetti, Van Eyck e gli altri sfruttano invece tutte le sensazioni percettive relative ai cinque sensi umani provocate dalla pittura che, cosi' sofisticata e precisa, riesce a ricreare la realta' senza avvalersi di regole geometriche basate su uno studio.

Arte fiamminga e arte italiana: differenze

JAN VAN EYCK CONIUGI ARNOLFINI

La percezione della luce, della materia, dell'atmosfera viene invece resa dagli artisti fiamminghi con l'accurato e sapiente studio del colore, possibile grazie all'uso della pittura ad olio, che si presta molto bene alla descrizione minuta dei particolari e alla resa degli effetti della luce sulle superfici.

La pittura ad olio, infatti, e' adatta alle sfumature, alle velature ed e' molto lucida, caratteristica che le permette di donare profondita'.
Pittori rinascimentali e pittori fiamminghi rappresentano quindi due realta' molto diverse : artisti Masaccio o Donatello (nella scultura ovviamente) si curano soprattutto che le opere siano realta' espressiva dei sentimenti, mentre a Van Eyeck interessa la realta' esteriore, data dai dettagli dell'immagine che risulta quasi una fotografia.
E' anche per questo che i pittori fiamminghi rappresentano spesso i personaggi su i 3/4, metodo che permette loro di cogliere maggiori informazioni della fisionomia di uno steso volto.
La pittura fiamminga inoltre mira alla celebrazione della classe sociale dominante, a differenza di quella rinascimentale, che ha una connotazione piu' intellettuale e che si lega soprattutto alla letteratura e alla religione.
E' per questo che le opere sono ambientate negli interni di case borghesi del '400, anche se trattano di temi spirituali e religiosi.
La pittura fiamminga come quella rinascimentale si afferma soprattutto grazie allo sviluppo economico dell'epoca favorito dai commerci e dalla nascita della borghesia, classe sociale interessata alla cultura e all'arte.

Manierismo: riassunto

JAN VAN EYCK BIOGRAFIA

Jan Van Eyck. Le notizie certe riguardanti la vita di Jan Van Eyck sono ancora molto scarse, inclusi il luogo e la data di nascita esatti.
Le poche informazioni ci dicono che e' nata probabilmente nel periodo che intercorre fra il 1390 e il 1400, quasi sicuramente a Maastricht, che all'epoca faceva parte dei possedimenti del duca di Borgogna, nei Paesi Bassi.
A introdurlo nel mondo della pittura dovrebbe essere stato il fratello maggiore Hubert, anche se parte della critica dubita persino della sua esistenza, visto che di lui esistono solo due riferimenti artistici. Nulla sappiamo invece sulla formazione dell'artista, nemmeno se essa si svolse in Francia o nella terra di origine.