La donna con la caffettiera - Paul Cézanne

Appunto inviato da nanettainlove
/5

Descrizione + Analisi stilistica dell'opera "La donna con la caffettiera" di Paul Cézanne (1 pagine formato doc)

1839 – 1906 (pieno periodo impressionista)
Nato in Provenza da genitori ricchi, padre banchiere che lo portò a studiare giurisprudenza, lui non voleva, fa finta di andare a studiare a Parigi e invece va a vedere i musei, uscire con i suoi amici impressionisti.
Autodidatta, aderì all'impressionismo x un po' di tempo e poi prese una strada diversa. La sua ossessione fu la struttura delle forme, grande attenzione nel cercare l'essenza e la geometria delle forme nella natura: elaborazione concettuale filosofica.
La donna con la caffettiera - Cézanne
DESCRIZIONE
La sua collaboratrice domestica. Ritratto a ¾ , viene rappresentata seduta su una sedia con un taglio fotografico dalle ginocchia in su vicino ad un tavolo con su una caffettiera e una tazzina, sullo sfondo c'è una porta ed un muro con la tappezzeria fiorita.
Il punto di vista dell'autore è leggermente ribassato e la figura appare raffigurata dal basso verso l'altro e questo gli dà una struttura monumentale. Formato verticale; donna di una certa età, giunonica, con un abito azzurro con diverse sfumature, una cintura sul fianchi e posa le grandi mani sul grembo. Capelli raccolti all'indietro con la riga in mezzo. Di fianco a lei sulla dx si intravede una parte di un tavolo coperto da una tovaglia rossiccia, sopra c'è una caffettiera del tempo con la tazzina, il piattino e un cucchiaio messo volutamente in quel modo (irreale, no naturalistico). Dietro si intravedono i rettangoli di una porta scolpita e di una parete tappezzata a fiori.
ANALISI STILISTICA
ICONOGRAFIA: semplice ritratto della domestica