Le Moulin De La Galette, Pierre-Auguste Renoir: analisi

Appunto inviato da nanettainlove
/5

descrizione e analisi stilistica dell'opera "Bal au Moulin De La Galette" di Pierre-Auguste Renoir (1 pagine formato doc)

LE MOULIN DE LA GALETTE ANALISI

Tela dipinta un po’ en plein air e un po’ nello studio.

Racconta una giornata di divertimento a Parigi, la vita giocosa di una città che sta diventando sempre più moderna. Struttura molto complessa, abbassa il punto di osservazione, impressiona ciò che vede in una domenica.
1° piano: seduto sulla sedia, girato a ¾ un giovane (parenti o amici); subito dopo ci sono 2 ragazze (una seduta sulla panchina e l’altra le poggia la mano sulla spalla), la panchina è trasversale. Donne con abiti più chiari uomini più scuri.
Ragazze conversano tra di loro, hanno fiori in mano o sui capelli. Donna sulla panchina (bianco) modella perfetta.

Bal au Moulin de la Galette: descrizione opera di Renoir


LE MOULIN DE LA GALETTE DESCRIZIONE

A sx ci sono altri 2 personaggi: mamma che sorride alla figlia. A dx c’è un tavolino, 2 sedie, 2 giovani elegantemente vestiti (cappelli di paglia o cilindro), scrivono, fumano, bevono, conversano. Qui venivano gli intellettuali e gli studenti.
2° piano: composizione di giovani che ballano, fumano, bevono, si divertono seduti o in piedi. Struttura composta da alberi, lampioni (ci lo stelo o appesi in alto), panchine, sedie che formano la prospettiva.
Sfondo: più guardiamo lontano più le figure sono piccole e “sospese” nell’ambiguità compositiva. Locale con orchestra a sx, sale bar, sale pranzo, ecc.

Bal au Moulin de la Galette di Renoir: descrizione opera



Analisi stilistica:
ICONOGRAFIA: il divertimento a Parigi (città moderna). Locale famoso frequentato dai giovani bohemien parigini.
COMPOSIZIONE: molto studiata, grande attenzione all’organizzazione dello spazio scandito in profondità dal degradare delle figure, ma soprattutto dalle linee verticali (tronchi, steli dei lampioni, coppie che ballano) danno il senso della profondità. Grande armonia compositiva, grande naturalezza.