Il Neorealismo: riassunto

Appunto inviato da peppeulivo
/5

Il Neorealismo: riassunto su uno dei periodi più vivaci e indimenticabili del panorama culturale italiano nel corso del XX secolo (2 pagine formato doc)

IL NEOREALISMO: RIASSUNTO

Il cinema italiano nel secondo dopoguerra.

Alla fine della Seconda Guerra Mondiale il cinema italiano conobbe uno dei periodi di maggiore splendore. La guerra, la Resistenza, la caduta del fascismo e la conseguente possibilità di guardare alla realtà con occhi nuovi sono gli ingredienti tematici dell'opera dei registi che operarono in quegli anni. Si tratta di Roberto Rossellini (1906-1977), Vittorio De Sica (1902-1974), Luchino Visconti (1906-1976) e Giuseppe De Santis (1917-1997).
Provenienti da esperienze molto diverse tra loro, De sica per esempio era un attore di teatro, Visconti era un regista d'opera, De Santis proveniva dalla critica e Rossellini era un uomo di cinema fino agli anni Trenta, questi autori vengono raggruppati nella definizione di "registi del neorealismo".

Tesina di maturità sul neorealismo nel cinema e nella letteratura

IL NEOREALISMO CINEMA

Essi trovarono infatti un denominatore comune nella volontà di dare una rappresentazione più attenta della realtà italiana, nel tentativo non solo di raccontare storie, ma anche di guardare con occhi nuovi all'ambiente che li circondava. In particolare, fu il paesaggio ad assumere un ruolo inedito: se fino ad allora era rimasto a far da cornice ai personaggi che si trovavano al centro della narrazione, con il Neorealismo l'ambiente salì in primo piano. Esso diveniva elemento portante di una rappresentazione della realtà così come appariva allo sguardo dei registi. Le rovine della città in Paisà (1946) e in Germania anno zero (1947I) di Rossellini o la terra riarsa e il mare di Sicilia nella Terra trema (1948) di Visconti assunsero il ruolo di protagonisti accanto agli attori, nel tentativo di offrire un'immagine diversa e più vera di un paese che usciva dalla dittatura e dalla guerra.

Tesina sul neorealismo cinematografico

NEOREALISMO SIGNIFICATO

Il neorealismo cinematografico. Il movimento neorealista rinnovò profondamente la cinematografia italiana. Nato nel 1942 con il film Ossessione di Luchini Visconti, il Neorealismo modificò soprattutto le condizioni di produzione dei film. Prima della guerra le pellicole venivano girate quasi per intero in studio, con scenografie ricostruite, con l'assistenza di numerosi tecnici specializzati e con attori professionisti. I registi neorealisti scelsero invece si scendere in strada e di girare in esterni, con una troupe ridotta all'essenziale e spesso con attori non professionisti, alla ricerca di una maggiore autenticità e di una resa più vivace del reale.