Astronomia: definizione e cosa studia

Appunto inviato da spneed
/5

Ricerca sull'astronomia: definizione, costa studia, l'evoluzione delle teorie astronomiche fino a Galileo, Newton, Keplero e la suddivisione dei cosmologi della vita dell'universo (11 pagine formato doc)

ASTRONOMIA DEFINIZIONE

Ricerca sull’astronomia. Con il termine astronomia si intende quella disciplina scientifica che studia l'universo.

L'astronomia ha origini antichissime e spesso, nel passato, lo studio degli astri è stato associato all'adorazione di divinità. Infatti è facile constatare come molti astri e costellazioni abbiano ancora oggi gli stessi nomi di divinità greche e romane. Comunque i primi a gettare le basi di questa affascinante scienza non furono i greci ma popoli ancora più antichi.
Molti graffiti di epoche arcaiche dimostrano come spesso i popoli primitivi erano soliti adorare divinità come il sole e la luna. Per questi motivi, l'astronomia ha assunto il significato che noi le diamo adesso solo dopo che Galileo rivoluzionò tutto con le sue scoperte. Fin ad allora l'astronomia non poteva essere considerata come tale e faceva parte dello studio di alchimisti ed era oggetto di speculazioni filosofiche. Dopo Galileo questa venne pian piano rivalutata fin ad arrivare ai giorni nostri dove si divise in una serie di altre discipline come l'astrofisica, la cosmologia o la radioastronomia, che ci hanno portato, oltre ad una profonda conoscenza dei fenomeni celesti, anche a compiere i primi passi sullo spazio. Discipline che, per altro, non hanno neanche confini tanto netti perché quasi sempre sono strettamente correlate fra di loro.

Storia dell'astronomia: tesina di geografia

COSA STUDIA L'ASTRONOMIA

Tutto questo, in un futuro neanche tanto lontano, potrebbe portarci a colossali scoperte e conquiste che potrebbero anche cambiare bruscamente la nostra visione della realtà! Ma le stelle non hanno sprigionato solo la fantasia dei vecchi popoli. Ancora adesso le nuove scoperte e i fenomeni astronomici come il passaggio delle comete portano alla formazione di nuovi culti e credenze. Non sono poche le associazioni di fanatici credenti che ritengono le comete dei messaggeri divini. Altrettanto misteriosi sono i racconti di persone che hanno assistito a cosiddetti incontri ravvicinati con esseri viventi provenienti da altri pianeti. Vere o no che siano queste testimonianze, è anche vero che è difficile negare, di fronte all'immensità dell'universo, che da qualche altra parte sia scoccata la scintilla della vita. Ma al di là di questa affascinante parte dello studio dell'universo, il principale compito dell'astronomia è quello di far luce su uno dei più grandi misteri della nostra esistenza, l'interrogativo che ognuno di noi almeno una volta nella vita si è chiesto: Da dov'è nato tutto? Ed è stato proprio questo interrogativo che ha reso l'astronomia, nel passato, materia su cui speculare per i filosofi e materia da rinnegare per le istituzioni ecclesiastiche.

Il sistema solare: tesina di astronomia

SCOPERTE ASTRONOMICHE

Le più antiche scoperte astronomiche delle quali abbiamo notizia (oltre alle ovvie osservazioni sul Sole, la Luna e le stelle, certamente comuni a tutti i popoli) risalgono agli antichi Babilonesi, che impararono a dividere il giorno e la notte in dodici parti ed a distinguere in cielo le costellazioni principali ed in particolare quelle dello zodiaco con l'introduzione del sistema sessagesimale. Probabilmente tale sistema di misura, per altro ancora in uso, è stato ottenuto suddividendo in 360 parti, circa una per giorno, lo zodiaco. Rimase qui per tre anni, durante i quali di grandissima rilevanza furono gli studi sul moto dei corpi fatti dal Campanile, che lo portarono a formulare il primo principio della dinamica aprendo la strada a Newton verso la meccanica classica. 

L'approfondimento sulla biografia, filosofia, scoperte e invenzioni di Giovanni Keplero