Bellezza "artificiale" o aspetto naturale?

Appunto inviato da ilcobra93
/5

La società impone la bellezza fisica come fattore indispensabile per la felicità. (2 pagine formato doc)

Società moderna: Società moderna: Bellezza “artificiale” o aspetto naturale? Nella società moderna la mentalità delle persone si è trasformata notevolmente, ma sarebbe un vero e proprio dilemma stabilire se in positivo o in negativo.
Oggi, molti uomini e donne ritengono che la bellezza, anche se “artificiale”, impreziosisca il proprio spirito, facendoci sembrare, agli occhi degli altri, persone migliori. Negli ultimi anni. A causa di questo pensiero, sta crescendo a misure incontrollate il fenomeno della chirurgia plastica. Essa è una branca della chirurgia che si occupa di rimodellare una parte del corpo che non ci soddisfa, ma a volte, permette di recuperare l'uso di parti del corpo lesionate (ad esempio da gravi ustioni o da incidenti stradali).
Secondo le statistiche in Italia, nel 2005, sono stati eseguiti circa 6 milioni d'interventi, ma un dato inquietante è che circa il 20% sono messi in atto su adolescenti e che l'operazione chirurgica spesso rappresenta un regalo da parte dei genitori verso i propri figli. Fra gli interventi più richiesti vi è la liposuzione (15,13% delle richieste), la mastoplastica additiva (12,22% delle richieste), la rinoplastica (9,47% delle richieste), il trapianto di capelli (8,31% delle richieste), e l'addominaloplastica (5,16% delle richieste). Questo fenomeno è pubblicizzato dalle TV, dalle riviste, dai giornali… in cui compaiono celebrità, sportivi, noti politici… che diventano veri e propri modelli per le persone semplici. La chirurgia estetica è una delle forme più antiche della chirurgia pratica: si ritiene che interventi di ricostruzione del naso venivano effettuati nell'antica India, già nel 2000 a.C. dove fu inventato un metodo basato sull'impiego di una porzione della fronte: questo sistema è tutt' ora utilizzato. Nel mondo classico vi era l'idea della perfezione, come si può anche vedere dai monumenti greci e romani dove tutto è ben allineato e perfettamente simmetrico, quindi anche in quell' epoca vi era il pensiero legato alla bellezza fisica come fattore importante per la vita delle persone però sicuramente ancora non vi era l'idea di andare dal chirurgo per ritoccare tutto ciò che non piaceva. In virtù dei dati sopra esposti deduco, a mio parere, che, almeno in questo senso, la mentalità della società moderna, si è evoluta in negativo. Secondo me, ora vi è una teoria sbagliata: oggi si giudicano le persone per quello che appaiono e non per quello che possiede interiormente e questo non è per niente giusto. Ciò non nasconde che ognuno di noi deve fare di tutto per migliorare il proprio aspetto fisico ma sempre nei limiti della naturalezza perché quando qualcuno si nasconde dietro una maschera fa capire che non si accetta per quello che è e che, purtroppo per lui, non ha capito quali sono i veri valori della vita. Quindi, mi limito ad affermare che se dovessi scegliere tra una persona bella fisicamente ma senza valore interiore ed una meno bella ma umanamente i