Modifiche post trascrizionali

Appunto inviato da alicemacchia
/5

Splicing, splicing alternativo, varie classi d'introni, poliadenilazione, capping, spliceosoma, terminazione, regolazione e meccanismo dello splicing (8 pagine formato doc)

MODIFICHE POST TRASCRIZIONALI  
Negli eucarioti la trascrizione è più complessa in quanto abbiamo la presenza di introni ed esoni che richiedono una fase di modifica e di controllo aggiuntiva.
Inoltre, essendoci il nucleo, si rende necessario il trasporto attraverso questo e quindi un'ulteriore fase di regolazione e controllo dell'mRNA.  
La traduzione, al contrario dei procarioti, non avviene subito dopo la trascrizione ma avviene in una fase successiva. Per tale motivo si rendono necessari altri processi correlati con il mantenimento dell'mRNA, con il suo silenziamento e con la sua degradazione.  


Questi processi sono controllati mediante microRNA (classe emergente di RNA nn codificanti di lunghezza pari a circa 20nt che agiscono come regolatori negativi dell’espressione genica attraverso interazione comprementare con mNA target, solitamente 3’UTR), grazie all'appaiamento di questi con il filamento di mRNA.
Se l'appaiamento risulta perfetto (100%) questo filamento di mRNA verrà degradato. Se l'appaiamento invece non risulta perfetto (<100%) il filamento di mRNA legato ai microRNA viene silenziato e tenuto in 'stoccaggio'.  


Molti mRNA vengono trasportati in zone specifiche della cellula e tradotti localmente. Un esempio sono gli RNA mitocondriali; mentre la maggior parte degli RNA mitocondriali viene prodotta già all'interno del mitocondrio stesso, alcune molecole vengono sintetizzate nel nucleo e successivamente trasportate in prossimità dei mitocondri. Solo quando questi mRNA sono vicini al mitocondrio avviene la traduzione e il trasporto all'interno del mitocondrio stesso. Nel trasporto ovviamente tale mRNA deve essere inibito traduzionalmente per evitare che il processo cominci in punti sbagliati della cellula. I controlli quindi possono avvenire in una fase iniziale (che precede la trascrizione), durante la trascrizione stessa, prima della traduzione o dopo la traduzione. Per tale motivo l'RNA è costantemente soggetto a modificazioni.