Il cuore

Appunto inviato da aly88gd
/5

Relazione di biologia sul cuore (3 pagine formato doc)

IL CUORE iIL CUORE Inizialmente un tubo, poi si divide in 4 parti: 2 atri e 2 ventricoli.
I 2 atri fino alla nascita comunicano tra di loro attraverso il forame di botallo che si chiude automaticamente dopo la nascita. Il cuore è situato nel mediastino è rivestito dal pericardio..la struttura muscolare (che costituisce la maggior parte della massa cardiaca è il miocardio rivestito internamente dall'endocardio. I due atri superiori comunicano con i due ventricoli inferiori attraverso gli orfizi atrio ventricolari che sono: valvola bicuspide e valvola tricuspide (2/3 membrane). Altre valvole sn qll semilunari x impedire il reflusso del sangue.
Il ventricolo dx è 1/3 di qll sinistro. Dal dx arteria polmonare (dal cuore ai polmoni e viceversa) Dal sx arteria aorta (sangue a tt i distretti) La quantità di sangue che esce da ciascun ventricolo in un minuto è detta gettata cardiaca: essa dipende dal volume di sangue emesso da un ventricolo ad ogni battito cardiaco e dalla frequenza del battito steso. I MOVIMENTI DEL CUORE I movimenti del cuore sono due: la sistole (fase di contrazione) e la diastole (fase di rilassamento). Essi si alternano nel seguente modo: sistole atriale e diastole ventricolare, diastole atriale e sistole ventricolare. con la sistole atriale il sangue viene spinto nei ventricoli che per accoglierlo devono essere rilassati (diastole ventricolare). Successivamente si ha la sistole ventricolare nella quale gli atri devono essere rilassati (diastole atriale) per ricevere nuovamente il sangue proveniente dalle vene. L'alternarsi di diastole e sistole nelle diverse camere cardiache si origina all'interno del cuore grazie ad un sistema di conduzione del cuore che costituisce il motore autonomo dello stesso. Questo sistema di conduzione è formato da cellule muscolari modificate dette tessuto nodale. Esse formano: * il nodo seno atriale (situato tra l'altrio destro e lo sbocco delle due vene cave) * il nodo atrio ventricolare (situato nel setto che divide atri da ventricoli) * il fascio di His ( situato nello spessore dei ventricoli) Il nodo seno atriale che costituisce il pacemaker naturale del cuore genera l'impulso cardiaco e lo trasmette al nodo atrio ventricolare facendo in modo che si diffonda nella parete degli atri e infine viene trasmesso al fascio di His in modo da essere diffuso ai ventricoli. Nonostante questa autonomia il cuore è sotto il controllo del sistema nervoso. La sua attività è influenzata dal nervo vago del sistema parasimpatico che produce un effetto inibitorio. Da questo ne deriva la bradicardia ossia un rallentamento della frequenza del battito cardiaco. Un altro nervo che influenza l'attività del cuore è quello cardiaco del sistema ortosimpatico che crea un effetto eccitatorio e che è quindi il responsabile della tachicardia ovvero un accelerazione del battito cardiaco. LA CIRCOLAZIONE Piccola circolazione..parte dx del cuore..sangue dal cuore ai polmoni e viceversa Grande circolazione..parte sx del cuore..sangue