Echinodermi

Appunto inviato da boball
/5

Appunti esaurienti sulla classe degli invertebrati noti come Echinodermi. (12 pg - formato word) (0 pagine formato doc)

Gli Echinodermi GLI ECHINODERMI Caratteristiche fondamentali Tipo di invertebrati marini ricco di specie e diffuso in ogni mare.
Rappresentativi di questo phylum sono il riccio, la stella, il cetriolo di mare. Nella scala zoologica gli Echinodermi occupano una posizione privilegiata, a causa dei seguenti motivi: sono deuterostomi, ovvero la loro bocca non si forma in coincidenza del blastoporo. hanno uno scheletro d'origine formato da placche che, in molti casi, formano un vero e proprio guscio d'origine mesodermica. Gli Echinodermi, nello stadio adulto, presentano una simmetria radiale pentaraggiata, ovvero il loro corpo può essere suddiviso in cinque "spicchi" di eguali dimensioni. Sono inoltre privi di metameria, anche se nello stadio larvale è presente una simmetria bilaterale, così come in alcune specie viventi e in resti fossili.
Questo dato fa pensare che in origine gli Echinodermi fossero tutti dotati di una simmetria bilaterale e che la simmetria attuale sia una conseguenza della vita sedentaria. Nella larva si può notare un'organizzazione a tre metameri che va perduta durante lo sviluppo. Evoluzione La presenza di formazioni scheletriche, che appaiono talvolta come piastre saldate tra loro, ha fatto sì che giungesse ai nostri giorni un notevole numero di fossili, che hanno consentito di datare l'origine del phylum. Le prime forme fossili attribuibili al phylum echinoderma sono provenienti dal Precambriano, ma solo nel Cambriano, ovvero in un periodo compreso tra 570 e 500 milioni di anni fa, sono comparse forme di sicura appartenenza a questo gruppo. In tali specie, ormai estinte, è possibile riconoscere un duplice orientamento evolutivo: da una parte vi sono forme con simmetria pentaraggiata (Stromatocystis), mentre dall'altra forme con chiara simmetria bilaterale (Cothurnoystis). Questa distinzione, come già detto, è tuttora presente, come si può vedere dal passaggio dallo stadio larvale a quello adulto. L'orientamento evolutivo degli Echinodermi ha portato anche ad un diverso stile di vita. Si possono infatti distinguere fossili sessili, ovvero fissati al substrato, e fossili mobili, in grado di spostarsi sul fondale. L'evoluzione ha portato gli Echinodermi ad avere forme prevalentemente mobili, con le seguenti differenziazioni dalle specie fisse: faccia orale rivolta verso il basso e faccia aborale rivolta verso l'alto. Nelle specie fisse avviene il contrario. pedicelli ambulacrali con funzione prevalentemente locomotoria, mentre nelle specie fisse questi hanno il compito di afferrare il cibo. Suddivisione A causa della varietà di specie appartenenti al phylum, gli Echinodermi sono stati inseriti in cinque gruppi: Echinoidei: (dal greco "echinos", riccio) sono simili a palle munite di aculei. La specie principale è il riccio di mare. Asteroidei: (dal latino "aster", stella) hanno il corpo simile ad una stella con cinque punte. Rappresentativa di questo gruppo è la stella di mare. Ofiuroidei: (dal greco "ofis", serpente) sono simili