Ipofisi

Appunto inviato da glaring
/5

Caratteristiche principali, lobo anteriore, ormone della crescita o somatotropina(formato word pg 6) (0 pagine formato doc)

Untitled 1.
INTRODUZIONE  Ipofisi Ghiandola endocrina localizzata alla base del cervello. Questa ghiandola, che produce vari ormoni e controlla l'attività di altre, riveste un ruolo molto importante nella relazione tra sistema nervoso e sistema endocrino. 2. CARATTERISTICHE GENERALI  L'ipofisi è formata da due porzioni principali, il lobo anteriore o adenoipofisi e il lobo posteriore o neuroipofisi; essi sono collegati tramite il peduncolo ipofisario all'ipotalamo, il quale controlla, attraverso la produzione di ormoni con funzione inibitoria o di rilascio, sia la quantità sia la modalità di liberazione di quelli ipofisari. L'ipofisi controlla a sua volta, direttamente o indirettamente, tutte le altre ghiandole del sistema endocrino.
L'ipofisi è collocata in una piccola cavità ossea al centro del cranio, la sella turcica, posta sotto il chiasma ottico (il punto di incrocio dei nervi ottici); per questo motivo, le escrescenze anormali (come i tumori) che interessano l'ipofisi possono talvolta provocare disturbi della vista. Nell'adulto l'ipofisi pesa circa 0,6 g; nelle donne è di dimensioni maggiori che nell'uomo. Nell'embrione il lobo anteriore dell'ipofisi trae origine dall'ectoderma e si forma dallo stesso tessuto della volta della bocca, mentre quello posteriore deriva da una parte di tessuto nervoso embrionale che forma anche la porzione del cervello chiamata diencefalo. Sebbene i lobi dell'ipofisi siano entrambi ghiandole endocrine intimamente associate all'ipotalamo, essi funzionano in modo indipendente l'uno dall'altro, controllando gruppi diversi di funzioni corporee. Tuttavia, a causa della loro stretta vicinanza, spesso i tumori e le lesioni accidentali che colpiscono un lobo danneggiano anche l'altro, provocando malattie e disturbi complessi. 3. LOBO ANTERIORE  Nel lobo anteriore dell'ipofisi sono stati identificati cinque tipi di cellule secretorie, ciascuno dei quali produce uno o più ormoni specifici. La produzione di questi è controllata da particolari fattori di liberazione o di inibizione prodotti dall'ipotalamo. Tali fattori di liberazione vengono secreti dai neuroni ipotalamici in una regione fortemente vascolarizzata e, per agire sull'ipofisi anteriore, passano attraverso una rete di vasi sanguigni che collega i due organi. 3.1. Ormone della crescita o somatotropina  Metà delle cellule dell'ipofisi anteriore produce l'ormone della crescita o somatotropina, sotto l'influenza degli ormoni ipotalamici somatostatina e ormone di liberazione dell'ormone della crescita (growth hormone-releasing hormone, GHRH). La somatotropina è responsabile della stimolazione della produzione, nel fegato, delle somatomedine (molecole coinvolte nella regolazione della crescita) che stimolano la moltiplicazione cellulare e la formazione della cartilagine. L'ormone della crescita viene secreto durante la notte, in brevi episodi della durata massima di due ore. Nei bambini e negli adolescenti questi episodi sono più frequenti, quindi viene liberata una