La membrana plasmatica: struttura e funzione

Appunto inviato da moonyc
/5

Struttura e funzione della membrana plasmatica, o membrana cellulare, le funzioni delle proteine, il trasporto e la trasduzione del segnale (4 pagine formato doc)

MEMBRANA PLASMATICA

La membrana plasmatica. La membrana plasmatica è il punto di separazione tra interno ed esterno della cellula.
Regola il flusso di soluti, ioni e molecole e determina l’identità cellulare. Diversi studi vennero compiuti per scoprirne la composizione.
1902: Overton notò che riusciva a colorare meglio le cellule utilizzando coloranti idrofobici, quindi ipotizzò che questi attraversassero mezzi a loro affini, probabilmente lipidi.
1925: Gorter e Grendel misurarono l’area occupata in una superficie acquosa dai lipidi delle “ombre” degli eritrociti (cellule in cui c’è solo membrana plasmatica); si accorsero che la superficie occupata dai lipidi era il doppio di quella ipotizzata, quindi sono presenti nella membrana in un doppio strato.
1935: Davson e Danielli proposero un modello a sandwich che comprendeva pure le proteine. Vedendo che gli ioni passavano facilmente attraverso la membrana, ipotizzarono che ci fossero punti di interruzione della membrana ricoperti da proteine che conferivano alla molecola un carattere idrofilo; secondo il loro modello, inoltre, le proteine sporgono pure all’interno e all’esterno del doppio strato.
1958: Robertson, osservando la membrana al M.E., non notò interruzioni, quindi propose un modello di membrana unitaria.
1972: Singer e Nicolson proposero il modello a mosaico fluido secondo cui lipidi e proteine si mescolavano gli uni agli altri per formare la membrana; le proteine inserite nella membrana non alterano quindi lo spessore.
Le proteine sono idrofobe, ma hanno porzioni idrofile che sporgono all’esterno e all’interno.
 

MEMBRANA CELLULARE STRUTTURA E FUNZIONE

lipidi di membrana sono:
• Fosfolipidi (in cui il gruppo fosfato lega colina, inositolo, serina ed etanolammina)
• Sfingolipidi
• Steroli (negli animali; negli uomini il più comune è il colesterolo, il cui gruppo OH stabilisce un ponte H con il glicerolo)
Le membrane di cellule diverse hanno la stessa organizzazione di base, ma diversa composizione.
La membrana ha una consistenza liquido-cristallina (la cui fluidità aumenta all’aumentare della temperatura e del grado di insaturazione della molecola) che permette alcuni movimenti, come rotazione e scambio di posto tra un fosfolipide e l’altro nello stesso emistrato; lo scambio di fosfolipidi tra un emistrato e un altro, il cosiddetto flip-flop, è molto sfavorito dal POV energetico, quindi non avviene spontaneamente ed è un processo molto lento.
 

La membrana cellulare: riassunto

MEMBRANA CELLULARE RIASSUNTO

Il flip-flop, però, può essere facilitato dalla presenza di proteine. In particolar modo, questo movimento è più veloce nel REL (sede di sintesi dei fosfolipidi), dove c’è un’alta concentrazione di proteine dette flippasi.  E’ da ciò che dipende l’asimmetricità della membrana; il fatto che la membrana sia asimmetrica significa che il versante che dà verso l’esterno è diverso dal versante interno. Nell’emistrato extracellulare, infatti, sono presenti anche glucidi.