La cellula eucariota

Appunto inviato da slimlims
/5

Struttura di insieme.La membrana cellulare.Particolari modalità per attraversare la membrana.Il nucleo.I mitocondri.Il reticolo endoplasmatico.L'apparato di Golgi.I ribosomi.I lisosomi.I microfilamenti.I microtubuli.Le ciglia e i flagelli.Le cellule delle (0 pagine formato doc)

La cellula eucariota La cellula eucariota Struttura d'insieme Le cellule eucariote sono caratterizzate dalla presenza di un nucleo ben formato, circondato da una doppia membrana e si distinguono da quelle procariote per la loro struttura più complessa e per le maggiori dimensioni e, soprattutto, per la presenza in esse di organelli cellulari come i mitocondri, il reticolo endoplasmatico e l'apparato di Golgi, ognuno dei quali svolge una precisa funzione nell'economia della cellula.
Esaminiamo ora in dettaglio le diverse e multiformi strutture che possono comporre le cellule eucariote. La membrana cellulare La membrana cellulare circonda tutte le cellule e separa l'ambiente interno cellulare da quello esterno; essa regola il flusso di sostanze verso l'interno e l'esterno della cellula.
La membrana cellulare, chiamata anche plasmatica, è composta da lipidi e proteine. I lipidi di membrana appartengono alla classe dei fosfolipidi e degli sfingolipidi, particolari molecole di grassi composte da una parte polare idrofila solubile in acqua detta "testa", e da una parte non polare idrofoba insolubile in acqua detta "coda"; la duplice natura di questi lipidi è molto importante nella struttura delle membrane biologiche: le "teste" polari infatti hanno affinità per l'acqua, e si dispongono orientandosi verso di essa, mentre le "code" idrofobe la evitano. Si forma così il doppio strato di lipidi con le teste idrofile rivolte verso l'esterno, cioè verso le fasi acquose adiacenti alle superfici del doppio strato, e le code idrofobe verso l'interno, ossia l'una verso l'altra. Sono proprio le code idrofobe dei fosfolipidi a rendere la membrana poco permeabile, così da rappresentare una barriera attraverso la quale possono passare selettivamente solo certe sostanze: alcune possono solo entrare nella cellula, altre possono solo uscire, mentre altre ancora non possono attraversarla in nessuna direzione; infine vi sono molecole come l'acqua che attraversano la membrana citoplasmatica in entrambe le direzioni. Immerse nel doppio strato lipidico è possibile individuare diverse proteine; queste fanno parte della struttura molecolare della membrana cellulare e, tra le loro varie funzioni, regolano lo scambio tra l'ambiente intracellulare e quello extracellulare di sostanze quali gli ioni (Na+, K+, Ca++, Cl-) che senza di esse non potrebbero attraversare la membrana. Particolari modalità per attraversare la membrana In alcuni casi le membrane cellulari possono trasferire piccole quantità di materiale all'interno o all'esterno della cellula. Nel primo caso la superficie esterna della membrana cellulare forma una piccola depressione nella quale si depone il materiale che verrà incorporato dalla cellula; la depressione diventa sempre più profonda fino a quando la membrana si stacca e forma una vescicola all'interno della cellula: questo processo viene denominato pinocitosi, se il materiale catturato è liquido, fagocitosi se il materiale è solido ed è utilizzato come siste