Corde vocali: cosa sono e dove si trovano

Appunto inviato da bimbateppista
/5

Appunti di biologia sulle corde vocali: cosa sono, dove si trovano e corde vocali ed emozioni (1 pagine formato doc)

CORDE VOCALI: COSA SONO E DOVE SI TROVANO

Corde Vocali.

Le corde vocali,lunghe circa 2-3 cm, sono una strettoia che vibrando consente la modulazione dell aria e permette la produzione di suoni voci; è il punto focale di un sistema assai più complesso in cui entrano in gioco varie altre parti. Semplificando molto le cose si potrebbe dire che la qualità della voce dipende dalla lunghezza e dalla tensione delle corde vocali; il tono e il timbro della voce invece, sono modulati dal tubo di risonanza della laringe che contribuisce anche all articolazione delle vocali.
La lingua, il palato, la cavità orale e nasale, il torace, la faringe e le altre strutture anatomiche del corpo umano ,dunque, assumono tutti quanti il ruolo di risuonatore e quindi partecipano tutti a definire la qualità del suono emesso.
Il suono prodotto dalle corde vocali è più che altro un ronzio e quindi il suono che ascoltiamo, parlato o cantato, è prodotto in maggiorparte dalla cassa di risonanza;le principali cavità di risonanza sono:  la bocca, le guance le fosse nasali e paranasali,e la scatola cranica.

L'onda e il suono: caratteristiche

CORDE VOCALI: DOVE SI TROVANO

Il suono, entrando nella cavità di risonanza,raddoppia e si somma al primo, ingrossandosi e diventando più intenso.
Tutto qusto apparato vocale è mosso dal cervello ;le corde vocali sono solo l autoparlante del sistema, tutti gli ordini di movimento e di contrazione provengono dalla corteggia celebrale, dai centri del linguaggio;
LE CORDE VOCALI E LE EMOZIONI. Il funzionamento delle corde vocali è fortemente influenzato dal nostro stato emotivo. I legami tra la voce e le nostre emozioni sono profonde e radicate in tutte le culture.
Basti dire che in lingua tedesca la voce si dice “STIMME” e l'umore “STIMMUNG”, cioè le due parole derivano da una radice comune.
Ciò è dovuto al fatto che la voce, oltre a veicolare informazioni con le parole, è carica di contenuti non verbali: si tratta di intonazioni, particolari melodie e variazioni del timbro che tutti noi apprendiamo ed utilizziamo in modo inconscio e trasmettono dei messaggi che superano il puro contenuto della conversazione.