Dai geni alle proteine: riassunto

Appunto inviato da willow1988
/5

Riassunto di biologia sui geni e le proteine, in particolare la duplicazione del DNA, l'espressione genica, il codice genetico e i virus (4 pagine formato doc)

GENI E PROTEINE

Dai geni alle proteine. La duplicazione del DNA.

Il DNA è sede del patrimonio genetico. Esso è costituito da acidi nucleici e proteine che ne sostengono la struttura.
Il DNA dei procarioti possiede i cromosomi più corti rispetto a quelli degli eucarioti. Studiando l’escherichia coli, si scoprì che il DNA di un batterio era contenuto in una parte detta nucleoide e in esso era presente il gene promotore, affiancato dall’operone, dove l’RNA polimerasi iniziava la trascrizione.
Questi batteri erano allevati nel lattosio e producevano l’enizima per la sua digestione; si scopre a questo punto che in assenza di lattosio l’enzima non è prodotto, quindi, esiste un gene regolatore che opera per l’attivazione o la disattivazione.
Negli eucarioti il discorso è più complesso: il DNA presenta sequenze ripetute, delle quali alcune danno l’espressione genica; inoltre presenta istoni (proteine formate da cromatina e DNA), che possono influire nei loro processi

DNA e genetica: riassunto

DAI GENI ALLE PROTEINE

Ciò si scoprì dopo numerose ricerche: nel 1869 Miescher scoprì che il DNA era formato da acidi nucleici; negli anni ’40, dallo studio di un batteriofago si capisce che l’informazione genetica è trasferita dai nucleotidi e Minsky scopre che il corredo cromosomico è contenuto nelle cellule gametiche e che tutte le cellule somatiche di una specie hanno lo stesso tipo di informazione.

Nel 1953 Watson e Crick scoprono la struttura del DNA.
Al giorno d’oggi sappiamo che per trasmettere una copia del DNA a ciascuna delle due cellule figlie, una cellula si divide. Il processo di duplicazione è detto replicazione: la molecola si divide nel senso della lunghezza e i due filamenti che la formano si separano, in modo che le basi azotate dei nucleotidi restino esposte. Alcuni dei nucleotidi si appaiono secondo le regole C-G e A-T formando due nuove coppie eliche.
Per fare tutto ciò si hanno bisogno di enzimi che legano un nucleotide all’altro: questi si chiamano DNA polimerasi, e fungono anche da organo di correzione di errori attraverso un processo chiamato proof-reading.

Il gene: struttura e definizione

DAL GENE ALLA PROTEINE

Nelle cellule eucariote la duplicazione parte contemporaneamente in più punti della catena per velocizzare il processo; questi punti vengono detti bolle di duplicazione e vengono aperti tramite gli enzimi elicasi.
L’espressione genica. L’ espressione genica è quella sequenza di eventi durante i quali l’informazione contenuta in un gene è trasformata in una proteina nel citoplasma. I geni possiedono infatti le informazioni per sintetizzare le proteine, cioè codificano per quella proteina: il DNA è una sequenza di monomeri nucleotidi e la proteina una sequenza di aminoacidi, perciò la sequenza di nucleotidi determina la presenza di aminoacidi.

Le proteine: riassunto di biochimica

DAL DNA ALLE PROTEINE RIASSUNTO

Il DNA non è però in grado di dirigere direttamente la sintesi delle proteine, in quanto esso è presente nel nucleo mentre la sintesi avviene nel citoplasma; quindi una copia del gene corrispondente viene trascritta in una molecola dell’RNA che può invece uscire dal nucleo, trasportando l’informazione.
Questo processo s’articola in 3 fasi: la trascrizione, la maturazione e la traduzione. Nelle cellule eucariote la trascrizione e la maturazione dell’RNA avvengono nel nucleo, mentre l’ultima fase avviene nel citoplasma.