Riassunto sull'intestino tenue e intestino crasso

Appunto inviato da silveretta13
/5

riassunto che descrive l'intestino tenue e crasso (0 pagine formato doc)

Riassunto sull'intestino tenue e intestino crasso - Ha una lunghezza media di 7,5 m, con punte massime di 9 m L'INTESTINO TENUE Ha una lunghezza media di 7,5 m, con punte massime di 9 m.

Lungo il suo percorso, il chimo che giunge dallo stomaco viene trasformato in chilo, che viene poi assorbito attraverso le sue pareti. L'intestino tenue è suddiviso in: duodeno, digiuno ed ileo. L'intestino tenue è diviso dallo stomaco da un anello muscolare detto SFINTERE PILORICO. Il duodeno, lungo 30 cm circa , si presenta come un tubo incurvato ad anello, che abbraccia una grossa parte del pancreas ("testa del pancreas").

Leggi anche Riassunto sull'intestino crasso

Anche questo può essere suddiviso in porzioni: superiore, leggermente dilatata (bulbo duodenale) discendente, che piega verso il basso restando a destra della colonna vertebrale orizzontale, che gira a sinistra, incrociando la colonna vertebrale ascendente, risalente lungo il lato sinistro della colonna vertebrale.
È rivestito da una sottile membrana sierosa che lo unisce alla parete posteriore dell'addome. Il duodeno termina con un'angolatura (angolo duodeno-digiunale) che lo collega al digiuno.Nella porzione discendente del duodeno è presente un rilievo, la papilla duodenale maggiore, in cui è scavata l'ampolla di Vater. Qui ha sbocco il condotto coledoco e il condotto principale del pancreas (Condotto di Wirsung).

Leggi anche Tumore dell'intestino tenue

Questi canali riversano nel duodeno rispettivamente la bile e il succo pancreatico, che vengono utilizzate nel processo digestivo intestinale. Digiuno ed ileo Il digiuno ha questo nome poiché, nel cadavere, appare quasi sempre vuoto.Il digiuno si continua insensibilmente nell'ileo, che termina nella valvola ileocecale.Queste due ultime porzioni, per adattarsi alla cavità addominale, si ripiegano più volte, formando numerose anse. Queste anse sono molto mobili, cosa che non avviene in quella del duodeno, possono così cambiare nel tempo la forma, l'orientamento e la sede.

Leggi anche Riassunto schematico sull'intestino tenue

Seppur mobili, queste anse non possono essere troppo allontanate dalla loro sede naturale, in quanto lassamente legate alla parete posteriore dell'addome da una piega del peritoneo, il mesentere. Questa piega è simile ad un ventaglio, con l'estremità allargata si fissa al contorno di tutto il tenue, con l'estremità opposta aderisce ad una ristretta area della parete addominale.