Metabolismo: definizione

Appunto inviato da glaring
/5

anabolismo, catabolismo, l'energia Metabolica, energia e alimentazione, uso e trasferimento dell'energia: L'ATP, regolazione del metabolismo, difetto congeniti del metabolismo. Definizione di metabolismo (7 pagine formato doc)

METABOLISMO DEFINIZIONE

Metabolismo: termine che indica l'insieme delle reazioni chimiche con cui le cellule di un organismo trasformano l'energia, mantengono la propria identità e si riproducono.

tutte le forme viventi, dai batteri ai mammiferi, dipendono da molte centinaia di reazioni metaboliche simultanee e regolate in modo preciso, che le sostengono per tutta la vita, dal concepimento alla crescita e alla maturità, fino alla morte. ciascuna reazione viene innescata e catalizzata da enzimi ed è coordinata a numerose altre reazioni che avvengono contemporaneamente in tutto l'organismo.

Metabolismo umano: riassunto


CATABOLISMO DEFINIZIONE

Anabolismo e catabolismo.

Il metabolismo comprende reazioni di sintesi e reazioni di demolizione, che avvengono contemporaneamente in diverse regioni della cellula o dell'organismo. le prime sono reazioni in cui due o più sostanze semplici (substrati) si uniscono a formare una molecola più complessa (prodotto) e l'insieme di queste reazioni costituisce l'anabolismo; le seconde comprendono, viceversa, le reazioni di degradazione di composti chimici complessi in sostanze più semplici e nel loro insieme costituiscono il catabolismo.

Descrizione dei processsi metabolici: riassunto


PROCESSO METABOLICO: SIGNIFICATO

I processi anabolici e catabolici avvengono lungo le cosiddette vie metaboliche: una fitta e complessa rete di reazioni, essenziali alla vita dell'organismo e studiate dalla biochimica. in generale le vie anaboliche hanno inizio da composti chimici relativamente semplici e diffusi, che con l'energia prodotta da altre reazioni a catalisi enzimatica, conducono a prodotti finali specifici e complessi, come carboidrati, proteine e lipidi. le vie cataboliche agiscono, invece, in direzione opposta, utilizzando reazioni chimiche diverse che decompongono le macromolecole complesse in composti chimici più semplici, usati come mattoni da costruzione o come fonte di energia per le reazioni anaboliche. in molte reazioni metaboliche vengono prodotte sostanze, chiamate intermedi, che a loro volta possono essere substrati di altre reazioni.
se i processi anabolici prevalgono su quelli catabolici, l'organismo cresce o aumenta di peso; se quelli catabolici superano quelli anabolici, come durante i periodi di digiuno o malattia, avvengono fenomeni opposti. quando i due processi metabolici si bilanciano si dice che l'organismo è in uno stato di equilibrio stazionario.

Funzionamento del metabolismo, appunti


SIGNIFICATO DEL TERMINE METABOLISMO

L'energia metabolica. Secondo i primi due principi della termodinamica, gli organismi non possono né creare, né distruggere energia, ma possono solo trasformarla da una forma all'altra. così, la clorofilla delle piante cattura l'energia presente nell'irradiazione solare, che viene utilizzata da questi organismi vegetali per le reazioni di sintesi delle molecole organiche a partire da sostanze inorganiche come anidride carbonica, acqua e ammoniaca. le molecole organiche così prodotte (carboidrati, grassi e proteine) conservano al loro interno, sotto forma di energia chimica, parte dell'energia solare utilizzata per la loro sintesi. quando queste molecole vengono assunte dagli erbivori e successivamente dai carnivori, l'energia in esse contenuta viene utilizzata da questi animali per la costruzione di altre molecole organiche e, in generale, per la loro sopravvivenza.