Reattivo di Lugol

Appunto inviato da zampasvelta83
/5

Esperienza di laboratorio su come preparare il reattivo di Lugol. (2 pg - formato word) (0 pagine formato doc)

TITOLO: Reattivo di Lugol TITOLO: Reattivo di Lugol.
OBIETTIVO: Preparare il reattivo di Lugol. PRINCIPIO BIOLOGICO: Colorazioni semplici dei microrganismi. Realizzando una colorazione semplice si ottiene una descrizione più dettagliata della morfologia della cellula. I microrganismi in condizioni vitali impediscono il passaggio dei coloranti per questo motivo le cellule, prima del processo di colorazione, vengono trattate con il calore per ucciderle. I coloranti sono composti organici costituiti da un gruppo cromoforo, caratterizzando il colore specifico e un gruppo auxoromo responsabile del legame con il preparato. Per i batteri si utilizzano i colori all'anilina e si distinguono in acidi e basici, i iù usati sono quelli basici, ad esempio blu di metilene, violetto di genziana, fuxina basica.
Tra i coloranti acidi, ricordiamo la fuxina acida e la microsina. La preparazione delle soluzioni coloranti si compone di due fasi: costituzione di una soluzione macroalcolica (10 mg coloranti a 100 mi di alcol etilico); preparazione di soluzioni idrolacoliche (10 mg di soluzione madre e 90 ml di acqua distillata). Nel caso si desideri aumentare l'effetto della colorazione si utilizza un mordenzante, sostanza capace di fornire l'ingresso del colorante con gli elementi strutturali della cellula. Vengono utilizzati i seguenti mordenzanti: acido fenico; soluzione iodurata (Lugol); tammino. Il reattivo di Lugol si prepara con 1 gr di iodio, 1 gr di ioduro di potassio e 100 ml di acqua distillata. MATERIALE UTILIZZATO: ioduro di potassio; iodio; spruzzetta contenente acqua distillata; becher da 100 ml; 2 vetrini ad orologio; crogiolo; pestello; bacchetta; bilancia. PROCEDIMENTO: per prima cosa, sono stati presi 2 vetrini ad orologio; con l'uso della bilancia sono stati pesati 1,124 gr di iodio e 1,150 gr di ioduro di potassio prelevati dai rispettivi contenitori; i grammi di iodio sono stati inseriti nel crogiolo con qualche goccia di acqua distillata, contenuta nella spruzzetta, e fatti sciogliere mediante l'uso del pestello. i grammi di iodio sono stati versati all'interno di un becher da 100 ml e con l'uso della bacchetta sono stai mescolati e pestati aggiungendo acqua distillata, naturalmente poco per volta. i grammi di ioduro di potassio sono stati inseriti anch'essi nel crogiolo, sempre con qualche goccia di acqua distillata, e versati in seguito insieme ai grammi di iodio continuando a pestare e mescolare, sempre con l'uso della bacchetta, la miscela ottenuta con acqua distillata fino ad arrivare al limite segnato dal becher. Successivamente la miscela ottenuta è stata poi versata all'interno di una bottiglietta. CONCLUSIONI: Si è avuto modo di preparare un colorante, in questo caso il Lugol, utilizzato per prendere in esame le pareti cellulari dei microrganismi presi in esame. OSSERVAZIONI: Il colore del reattivo di Lugol è stato scuro, per cui si può dire che l'esperienza è riuscita.