Steroidi anabolizzanti

Appunto inviato da ondina91
/5

Elenco schematico dei possibili usi degli steroidi e le conseguenze sul fisico umano (1 pagine formato doc)

Gli steroidi anabolizzanti

Gli steroidi anabolizzanti sono sostanze sintetiche o naturali con azione simile a quella dell'ormone maschile testosterone.

In medicina sono utilizzati per favorire la sintesi delle proteine cellulari nei pazienti debilitati, mentre nell'ambito del doping vengono utilizzati, a dosi molto alte, per facilitare l'aumento della massa muscolare e della forza.
Le caratteristiche che svelano l'utilizzatore di steroidi sono:

  • repentine variazioni di peso e forza;
  • guance e tessuti attorno agli occhi diventano tumidi e spessi, ciò è dovuto alla ritenzione idrica;
  • pelle molto grassa e presenza di acne diffusa;
  • protuberanze sotto i capezzoli (ginecomastia);
  • stati psichici euforici abbinati ad irascibilità manifesta;
  • nelle donne lo sviluppo dei caratteri secondari maschili (peli, voce).
Gli anabolizzanti a seconda del modo di utilizzazione, della durata e della dose possono avere molti diversi effetti collaterali su:

fisico:
  • fegato: soprattutto a causa degli anabolizzanti ingeriti per via orale sono danneggiati gli enzimi epatici, si possono avere infiammazioni del fegato, peliosi epatica(in caso di uso superiore a 6 mesi) e in alcuni casi anche tumori al fegato;
  • bilancio ormonale: la regolazione ormonale propria dell'organismo viene disturbata e in parte inibita, per cui il corpo produce meno ormoni endogeni;
  • effetti cardiovascolari: aumento del valore di grasso, specialmente del colesterolo, nel sangue e quindi aumento del rapporto LDL/HDL con conseguente maggiore rischio d'infarto e di ictus;
  • apparato cardiocircolatorio: maggiori depositi di liquidi nel corpo e nei muscoli portano ad una pressione sanguigna più elevata e con essa ad un sovraccarico del sistema cardiocircolatorio;
  • nei giovani comportano un arresto precoce dell'attività dei nuclei d'accrescimento osseo e pertanto l'interruzione della crescita;
  • degenerazione dei tendini: aumento dei rischi di strappi ai tendini;
  • effetti endocrini: calo della funzione tiroidea;
  • effetti immunologici: calo delle immunoglobuline IgM, IgA e IgC;
  • negli uomini comportano la diminuzione della produzione di testosterone: spermatogenesi
    anormale, sterilità transitoria, atrofia dei testicoli, accelerazione della calvizia;
  • nelle donne comportano alterazioni delle mestruazioni;
.