Struttura dell'apparato digerente

Appunto inviato da caesar78
/5

Appunto completo sula struttura dell'apparato digerente. Dalla cavità orale all'assorbimento intestinale. (file.doc, 4 pag) (0 pagine formato doc)

STRUTTURA COMPLESSIVA Struttura complessiva dell'apparato Nell'uomo l'apparato digerente ha inizio con la bocca e termina con l'orifizio anale.
Tra queste due aperture si sviluppa il più lungo e vasto dei nostri apparati dalla forma generale di un tubo (canale alimentare), che assume nei diversi tratti sezioni differenti (esofago, stomaco, intestino). L'apparato digerente comprende anche ghiandole quali il pancreas e il fegato, che secernono fluidi nel lume (cavità) intestinale. La cavità orale La prima parte del tubo digerente è costituita dalla bocca, detta anche cavità orale. Essa è delimitata anteriormente dalle labbra che servono al lattante per la suzione, nelle altre età come sentinella avanzata per riconoscere la temperatura e la qualità dei cibi.
Nel loro spessore si trova il muscolo orbicolare, una specie di anello ellittico appiattito che va da una commessura all'altra e che, con altre fibre circostanti cooperanti, è il muscolo costrittore dell'apertura orale. La bocca è la cavità nella quale inizia la preparazione del processo digestivo. In essa avvengono la demolizione e l'insalivazione del cibo. I denti triturano gli alimenti mentre le secrezioni di alcune ghiandole riversano nella cavità orale la saliva che contiene speciali enzimi digestivi. La lingua trattiene il bolo alimentare, lo muove e successivamente lo spinge nella faringe (deglutizione). La bocca è un organo complesso, sostenuto da parecchie ossa, delle quali le più importanti sono le mascelle: la superiore immobile e unita alle altre ossa del cranio e della faccia, l'inferiore, detta mandibola, mobile ma collegata all'osso temporale da forti legamenti. Potenti muscoli, i masseteri, uniscono le ossa craniche alla mandibola che può così essere serrata fortemente contro la mascella superiore. I denti Nelle mascelle sono radicati i denti. Nella specie umana compare per prima, dal sesto mese in avanti, una dentatura da latte o decidua di venti denti, che cadono dal sesto anno in poi per essere sostituiti dalla seconda dentatura permanente che è di trentadue denti. I quattro denti anteriori sulle due mascelle, lunghi e taglienti, a forma di scalpello, sono gli incisivi; accanto a questi, sia a destra sia a sinistra, sempre in ciascuna mascella, vi sono due denti di forma conica appuntita, i canini; seguono parecchi altri denti approssimativamente cilindrici, con superficie terminale larga, dotata di protuberanze, che servono a triturare e macinare il cibo: i cosiddetti premolari e molari; gli ultimi quattro sono detti denti del giudizio. Ciascun dente possiede una parte visibile, la corona, rivestita da uno smalto duro, bianco e lucente, e una parte nascosta, la radice, giallastra e opaca, rivestita di cemento e infissa in una cavità dell'osso mascellare detta alveolo. Sotto lo smalto e il cemento vi è la dentina, materia più dura dell'osso ma molto più tenera dello smalto. L'interno del dente contiene la polpa dentaria, tessuto ricco di vasi sanguigni e di nervi. I denti, ne