Lo sviluppo embrionale

Appunto inviato da safogliano87
/5

I vari stadi dello sviluppo embrionale (5 pagine formato doc)

Prima settimana Prima settimana Durante la prima settimana, l'uovo fecondato si trasforma in morula (una massa compatta di cellule circondata dalla zona pellucida) e poi in blastocisti , una struttura formata da trofoblasto e massa cellulare interna circondanti una cavità centrale.
Al quinto giorno la blastocisti si schiude dalla zona pellucida e al sesto si attacca alla parete dell'endometrio dando inizio all'impianto. Quando l'embrione si impianta si formano le membrane extraembrionali , la placenta diviene una struttura stabile e l'embrione prosegue nel suo sviluppo. Il trofoblasto contribuirà alla formazione dei tessuti extraembrionali (diventa prima corion e poi placenta), mentre la massa cellulare interna formerà sia l'embrione che gli annessi embrionali.
Il trofoblasto, a contatto con l'endometrio materno, o parete uterina, si trasforma in sinciziotrofoblasto . Quest'ultimo è formato da cellule polinucleate che si insinuano nell'endometrio disintegrando le cellule materne e accumulando sostanze nutritizie per il sostentamento dell'embrione. Seconda settimana La blastocisti si annida nell'endometrio. Al suo interno si formano l'amnios, il sacco vitellino, il mesoderma extraembrionale e le pareti del corion. Le cellule embrionali si dispongono su due strati, formando il disco embrionale (ipoblasto ed epiblasto nella figura). Si ha la formazione della cavità celomatica e dei villi primari (abbozzi dei villi placentari). L'embrione raggiunge una lunghezza di 1,5 millimetri e comincia a formarsi il suo asse corporeo principale. In questa e nelle successive misurazioni, la lunghezza dell'embrione viene calcolata dalla volta cranica alla fine della spina dorsale. L'utero materno reagisce all'impianto con la formazione della decidua (tessuto che verrà eliminato al momento del parto) che ha funzione trofica (nutre cioè l'embrione) e di difesa dall'invasione della blastocisti. La decidua si forma solo in presenza di una elevata concentrazione di progesterone (fornito dal corpo luteo, che si origina da un follicolo dal quale è stato liberato un oocita) senza il quale si ha il distacco della blastocisti dall'endometrio. Proprio su questo meccanismo si basa "La pillola del giorno dopo", che abbassa drasticamente la concentrazione di progesterone a favore di un innalzamento di estrogeni (FSH, LSH). Terza settimana La terza settimana è uno dei periodi più importanti per lo sviluppo umano perchè, con la gastrulazione, che avviene verso il 15° giorno, si ha la formazione dei tre foglietti germinativi e quindi la suddivisione dei tre foglietti nelle principali aree organo-formative del corpo. L'embrione raggiunge la lunghezza di 2,3 millimetri, si è affusolato, comincia a presentare una struttura bilaterale e inizia la formazione della maggior parte dei suoi apparati.  Insieme alla gastrulazione, in questa settimana avviene la neurulazione , la suddivisione del mesoderma e la formazione del sistema circolatorio primitivo. Con la neurulazione , si forma il