I tessuti animali

Appunto inviato da iloveego
/5

Il tessuto epiteliale, il tessuto connettivo, il tessuto nervoso e il tessuto muscolare degli animali. (5 pag - formato word) (0 pagine formato doc)

I TESSUTI ANIMALI I TESSUTI ANIMALI IL TESSUTO EPITELIALE I tessuti epiteliali, sono costituiti da cellule molto vicine tra loro poste su uno strato di collagene e proteine glicosilate.
Questo tipo di struttura, consente ai tessuti di rivestire sia la parte superficiale esterna del nostro corpo sia le cavità corporee comunicanti con l'esterno, grazie anche alla loro flessibilità, resistenza e deformabilità. Le cellule che costituiscono gli epiteli hanno una forma poliedrica e possono essere di altezza differente. Talvolta si può assistere alla formazione di epiteli pluristratificati dove lo strato inferiore, detto germinativo, poggia su una base di tessuto connettivo ed è composto di cellule cubiche. Lo strato superiore spesso è cornificato e viene eliminato.
Le cellule nuove prodotte dallo strato germinativo, vanno verso l'alto e progressivamente perdono il nucleo, si appiattiscono e si riempiono di cheratina. In alcune mucose, come quella della bocca e dell'esofago, c'è l'epitelio pluristatificato che non possiede però lo strato superficiale di cellule morte; possiede, invece, molte ghiandole la cui funzione è di lubrificare in continuazione la superficie tramite una ricca attività secretoria. Secondo la funzione che svolgono gli epiteli hanno una diversa struttura. Gli epiteli trasformati sono costituiti da cellule morte (unghie, capelli e peli) o trasformate (cristallino) o sono prodotti da cellule che poi vengono distrutte (abbozzo dentale che produce lo smalto dei denti). Vi sono poi tipi particolari di epiteli, detti epiteli ghiandolari, ricchi di ghiandole. Tutte le cellule svolgono un'attività secretoria, ma questo processo non è molto evidente, se non per alcune di loro che, grazie a questa caratteristica, sono le costituenti di questo particolare tipo di epitelio. Queste cellule possono trovarsi singolarmente in un epitelio di rivestimento o formare delle ghiandole che possono essere tubulari, alveolari o acinose. Si dicono esocrine, quelle ghiandole i cui prodotti di secrezione sono riversati all'esterno tramite un dotto escretore (ghiandole sebacee, mammarie, salivari, ecc.); le ghiandole endocrine, i cui prodotti di secrezione sono detti ormoni, riversano direttamente questi ultimi nel sangue attraverso l'endotelio di una rete di capillari dilatati (ghiandole surrenali, ipofisi, tiroide, pancreas, ecc.). TESSUTO CONNETTIVO Il tessuto connettivo ha la funzione di sostenere l'intero corpo e di collegarne le sue parti. Esso è costituito da cellule (fibroblasti, macrofagi, plasmacellule) non molto vicine tra loro, ma immerse in una sostanza fondamentale che assicura alle cellule dei vari organismi l'apporto di sostanze nutritizie e il prelievo dei cataboliti. Nella sostanza fondamentale costituita da acqua, sali, proteine e carboidrati, sono presenti fibrille, secrete dalle stesse cellule connettive, che possono essere di tre tipi: collagene, elastiche e reticolari. In base all'abbondanza di fibrille si possono distinguere quattro tipi