Polarità dei Liquidi

Appunto inviato da alexfixation
/5

Individuare il comportamento dei liquidi in presenza di un corpo elettrico. (1 pagine formato doc)

Scopo: Individuare il comportamento dei liquidi in presenza di un corpo elettrico.
Riferimenti teorici: Una molecola è polare quando il centro della carica positiva (dovuta alla disposizione dei nuclei degli atomi) non coincide con il centro della carica negativa (dovuta alla disposizione degli elettroni della molecola); questo rende la molecola un dipolo elettrico, la cui intensità è indicata dal corrispondente momento dipolare.
Le molecole polari tendono ad attrarsi l’una con l’altra ed a circondare gli ioni dei composti ionici. L'esempio più comune di molecola polare è l'acqua, da qui il fatto che le sostanze polari vengano anche chiamate idrofile.
Una molecola è apolare quando i centri delle cariche elettriche positiva e negativa coincidono. I composti apolari non hanno cariche elettriche superficiali, quindi non si mischiano alle sostanze polari né si sciolgono in esse, da qui il nome di sostanze idrofobe. Esempi comuni di sostanze apolari sono gli oli o gli idrocarburi.
Sostanze utilizzate: Acqua (H2O), Esano (C6H14), Iodio (H14), Solfato di Rame (CuSO4)
Attrezzatura: Bacchetta di vetro, bacchetta di plastica, bacchetta di ebanite, panno di lana, becher, buretta, provetta.
Procedimento: L’esperienza si svolge in due parti. Nella prima parte: Si riempie una buretta con acqua, si posiziona un becher sotto, si apre il rubinetto della buretta e si strofina in un panno di lana una bacchetta di vetro per caricarla elettricamente. Avvicinando la bacchetta al flusso di fuoriuscita dell’acqua, notiamo che l’acqua viene attirata dalla forza elettrica presente sulla bacchetta; facciamo questa prova