Gli eteri, gli Aldeidi, i Chetoni e le Ammine

Appunto inviato da bamianna
/5

schema riassuntivo su: FORMULA GENERALE, metodi di preparazione su Gli eteri, gli Aldeidi, i Chetoni e le Ammine. (2 pagine formato doc)

Eteri Eteri Possiedono un atomo di O2 a ponte tra i due atomi di C FORMULA GENERALE: R-O-R Semplici o Simmetrici misti o Asimmetrici (hanno due sostituenti differenti) Il Capostipite: etere metilitico CH3-O-CH3 METODI DI PREPARAZIONE: Si ottengo generalmente facendo reagire calcolato di metallo con un alogenuro alchilico preparazione dell'etere etilico o solforico perché si ottiene scaldando alcool etilico in presenza di H2SO4 concentrato Aldeidi DESINENZA: -ale FORMULA GENERALE: R-CO-H METODI DI PREPARAZIONE: Ossidazione blanda degli alcoli primari dialogeno derivato +AgOH REAZIONI: Preparazione delle alogenine (ald.+alogeno) Cianidrica (ald.
+ a.cianidrico) Acetali (emiacetali + alcoli) POLIMERIZZAZZIONE DELLE ALDEIDI (ALDOLIZZAZIONE): Se non hanno niente da addizionare le aldeidi addizionano se stesse formando polimeri lineari o ciclici; tale processo porta alla formazione di una funzione aldeidica (ald-) E a diverse funzioni alcoliche (ol-) Chetoni ALFA BETA quando i due gruppi funzionali sono distanti DESINENZA: -one FORMULA GENERALE: R-CO-R Il Capostipite: Propanone o Acetone CH3-CO-CH3 Mentre per le aldeidi nel processo di ossidazione avevamo alcool primario + O2 ,nei chetoni invece alcool secondario + O2 I chetoni possono essere ottenuti anche partendo da un dialogeno derivato + AgOH REAZIONI DI ADDIZIONE: I chetoni posssono sommare gli stessi composti delle aldeidi con la stessa facilità ma portano a prodotti diversi addizione di ammine aromatiche: Base di Schiff ammina + aldeide o chetone idrossiammina + aldeide o chetone ossidazione energetica Ammine FORMULA GENERALE: R-NH2 A seconda del numero degli H sostituiti possiamo avere tre tipi di ammine Ammine III Ammine I Ammine II METODI DI PREPARAZIONE AMMINE I: sodicammide + alogenuro alchilico riduzione del nitrile nitroderivato + H2 LE AMMINE II si ottengono invece unendo una ammina I ad un alogenuro alchilico; le TERZIARIE si ottengono allo stesso modo partendo dalle II PROPRIETà : tutte le ammine sciolte in H2O hanno comportamento basico per la presenza di un doppietto libero sull'N che attrae protoni; ha dissociato in protoni OH- e ha trattenuto protoni H+ REAZIONI DI RICONOSCIMENTO: con HNO2 acido nitroso ( alcool I ; nitrosammina ; alcool I + nitrosammina) con ossidanti ( sale ; azina ; ossido) con NaClO ipoclorito di sodio (ammina III non reag.
)