Le reazioni chimiche: significato ed esempi

Appunto inviato da markoli
/5

Le reazioni chimiche: significato, esempi ed esperimenti (3 pagine formato doc)

REAZIONI CHIMICHE: SIGNIFICATO

Reazioni chimiche. Si definisce trasformazione chimica qualunque trasformazione durante la quale la materia trasforma profondamente la sua composizione.

Le sostanze presenti all’inizio di una trasformazione chimica sono dette reagenti, mentre quelle ottenute alla fine si dicono prodotti di reazione. La trasformazione chimica prende il nome di reazione.
Questa definizione di reazione chimica è stata data soltanto da un punto di vista fenomenologico.
Utilizzando le conoscenze acquisite per ciò che riguarda la struttura degli atomi e i tipi di legami che li tengono uniti, possiamo affermare che “una reazione chimica è un processo che porta alla rottura e alla formazione di legami chimici”.
Due o più sostanze (reagenti) infatti, siano esse costituiti da atomi, ioni o molecole, possono reagire tra loro, scindendosi o aggregandosi per dare luogo ad una o più sostanze diverse (prodotti).

I fattori che influenzano la velocità delle reazioni chimiche: esperimento di laboratorio

REAZIONI CHIMICHE ESEMPI

Tale processo viene rappresentato in maniera sintetica ma esauriente dall’equazione chimica, che si schematizza nella seguente maniera:
reagenti prodotti

A sinistra vengono posti i simboli o le formule dei reagenti, mentre a destra, separati da una freccia vengono posti i simboli o le formule dei prodotti.

Il simbolo viene letto “decompongo per dare” oppure “reagiscono per dare”.
In ogni equazione chimica i simboli e le formule devono rappresentare le sostanze cosi com’esse realmente esistono. Nell’esempio precedente il carbonio può essere considerato un elemento monoatomico (C), mentre l’ossigeno viene rappresentato con la formula O2 in quanto è costituito da molecole biatomiche.

Tipi di reazioni chimiche

REAZIONI CHIMICHE ESPERIMENTI

Nel rispetto della legge della conservazione della massa, un’equazione chimica deve anche essere bilanciata in modo che tutti gli atomi presenti nei reagenti devono essere presenti nei prodotti, anche se inseriti in nuovi composti. La legge di conservazione della massa diventa, pertanto, anche legge di conservazione degli atomi.

OBIETTIVO - Quest’esperimento permette di verificare il risultato di alcune reazioni chimiche tra due soluzioni, quali sali, idruri e acidi.