Legami chimici primari e secondari

Appunto inviato da brsmrc
/5

classificazione semplice e precisa dei legami chimici primari e dei legami chimici secondari (6 pagine formato doc)

Legami chimici primari e secondari - Legami chimici
Quando si parla di legame chimico ci si intende riferire alla natura delle forze che tengono avvinti fra loro gli atomi di una molecola, un aggregato di molecole o un aggregato di ioni o un aggregato di atomi.

Queste forze non sono tutte dello stesso tipo, ma variano da sostanza a sostanza.

Leggi anche Appunti di chimica

Legami primari
Sono i legami tra atomi:
•    Legame covalente puro, polare e dativo
•    Ionico
•    Metallico

Leggi anche Riassunto sui legami chimici

Legame covalente
Consiste nel mettere in comune gli elettroni spaiati in modo che ciascun atomo raggiunga una configurazione elettronica stabile, ossia quella dei gas nobili.
Esempio, la formazione della molecola dell’idrogeno:
la struttura elettronica dell’atomo di H è  :   H 1s , ossia ogni atomo possiede un elettrone spaiato nell’orbitale 1s. immaginiamo ora di avvicinare progressivamente due atomi di H.

Leggi anche Il legame ionico e covalente

Essendo  i due nuclei circondati completamente dalla nube elettronica, si avrà dapprima una certa repulsione coulombiana dovuta all’eguaglianza di carica dei due elettroni; ma proseguendo l’avvicinamento queste forze di repulsione vengono vinte dalle forze di attrazione che ogni nucleo esercita nei riguardi  dell’altro elettrone.

Leggi anche Definizione di legame chimico

Questa attrazione è dovuta al fatto che ogni atomo tende ad avere attorno a sé una configurazione elettronica a contenuto energetico basso, ossia stabile due nuclei invece di uno attirano gli elettroni; il composto è perciò più stabile ed ha meno energia.
Avendo messo in comune i propri elettroni spaiati, ogni atomo di H li possiede entrambi

.