I saponi

Appunto inviato da minico87
/5

Relazione sugli esteri, i saponi e i metodi di realizzazione (3 pagine formato doc)

Untitled Nome e cognome: Domenico Scrofano, Classe: V BL, Anno scolastico: 2005-2006, Data di consegna: 6/06/2006.
Fase di problematizzazione I grassi e gli oli, chimicamente, sono esteri costituiti da tre molecole di acidi grassi superiori e da una molecola di glicerolo. Questi sono tra l'altro insolubili in acqua e solubili in solventi organici polari quali l'etere, il benzene, il cloroformio e l'alcool. Essi sono importanti da un punto di vista biologico perché costituiscono per gli organismi la principale fonte di energia. Se questi sono puri saranno insapori, incolori e inodori. I grassi vengono anche definiti trigliceridi, è rappresentano per lo più sostanze viscide, untuose.
Se presenti a temperatura ambiente, i grassi, questi sono per lo più solidi mentre gli oli sono liquidi Il numero degli atomi di carbonio degli acidi grassi varia da 4 a 24, ma nettamente sono più abbondanti. Gli acidi grassi possono essere saturi( contenuti privi di doppi legami, che sono solidi a temperatura ambiente, la molecola non è quindi in grado di acquisire ulteriori atomi di idrogeno) o insaturi (contenenti uno o più doppi legami). In presenza di soluzioni alcaline i grassi subiscono idrolisi o saponificazione, formando glicerina e sali alcalini di acidi grassi detti saponi. I saponi sono gruppi di composti costituiti da Sali di sodio e potassio di acidi grassi superiori. I saponi, che esplicano un'azione detergente tra le più efficaci tra i vari detersivi, vengono prodotti partendo da vari tipi di grassi e oli animali e vegetali, che vengono fatti reagire con soda caustica secondo il processo definito di saponificazione. Il processo di saponificazione rappresenta quindi una reazione di idrolisi di un estere che porta alla formazione di acido carbossilico e un alcool. Tale reazione in generale è catalizzata da acidi inorganici, idrossidi alcalini o enzimi. Attualmente vengono sempre più impiegati direttamente gli acidi grassi derivati da tali grassi e oli. Tra gli ingredienti utilizzati per la realizzazione del sapone ricordiamo la colofonia e gli acidi resinici del tallonio, che migliorano le caratteristiche detergenti.. Possiamo distinguere saponi liquidi da quelli solidi. Per la preparazione di saponi solidi vengono utilizzati oli e grassi con alto contenuto di acidi saturi, che verranno saponificati con dell'idrossido di sodio; mentre per la realizzazione di saponi liquidi vengono utilizzati oli di semi di cotone, di lino e oli di pesce che andranno incontro ad un processo di saponificazione con idrossido di potassio. Per la formazione del sapone si fa uso, in generale della seguente procedura: si effettua la reazione in recipiente riscaldato per mezzo di vapore e dotati di agitatore. Si viene così a formare una emulsione di sapone in acqua che viene divisa in due strati aggiungendo del sale: lo strato superiore che è il sapone e da esso è possibile recuperare attraverso la distillazione, la glicerina. Il ruolo dei saponi è quello di eliminare il grasso