Atomi,sostanze e composti

Appunto inviato da fanta21
/5

Appunti su una sostanza e un composto chimico e le leggi che le controllano e gli atomi. ( 2 Pag - Formato Word ) (0 pagine formato doc)

Una sostanza pura è scomponibile in sostanze più semplici Una sostanza pura è scomponibile in sostanze più semplici.
Una sostanza pura che può essere suddivisa in sostanze più semplici prende il nome di composto. Mescolando a freddo due sostanze con quantità qualsiasi si ottiene un miscuglio. Nel miscuglio ciascuna delle sostanze mantiene le sue proprietà caratteristiche. Mescolando a caldo quantità ben determinate di due sostanze si ottiene un composto. Le due sostanze, nel momento in cui vanno a costituire la nuova sostanza, perdono le loro proprietà. La decomposizione di un composto è una reazione chimica, cioè una trasformazione che modifica la natura delle sostanze coinvolte.
La formazione e la decomposizione di un composto sono trasformazioni dette reazioni chimiche. Le sostanze inizialmente presenti nella trasformazione si dicono reagenti; le sostanze ottenute si dicono prodotti di reazione. Una reazione chimica è quindi: una trasformazione nella quale la natura delle sostanze reagenti è diversa da quella dei prodotti della reazione. Anche per le reazioni chimiche vale il principio della conservazione della massa: se in una reazione chimica il sistema non scambia materia con l'ambiente esterno, la massa totale dei reagenti è uguale alla massa totale dei prodotti di reazione. Una reazione chimica modifica la natura delle sostanze, ma non può creare né distruggere materia. Le reazioni chimiche possono servire per: - Decomporre un composto; - Formare un composto; - Trasformare un composto in un altro. In tutte le reazioni di sintesi, cioè formazioni di un composto, è verificabile una legge molto importante: quando due sostanze reagiscono per formare un composto, le loro masse si combinano in proporzioni definite e costanti. Questa legge è nota come legge di Proust o legge delle proporzioni costanti. Questo rapporto è detto rapporto di combinazione. Se si mescolano i reagenti in proporzioni diverse da quelle previste dal rapporto di combinazione le masse dei reagenti che sono eccedenti non partecipano alla reazione. Il composto è un insieme di sostanze diverse a composizione definita e costante; i miscugli, le soluzioni, le leghe sono insiemi di sostanze a composizione arbitraria e variabile. Le sostanze pure che non si possono dividere per mezzo di reazioni chimiche si chiamano elementi. Il primo elenco di elementi risale alla Grecia antica e comprendeva solo quattro sostanze: aria, acqua, terra , fuoco. Questa classificazione fu ritenuta valida fino al XVII secolo. Boyle avanzò l'ipotesi che un elemento fosse una sostanza non ulteriormente scomponibile. Poi venne proposta una lista di elementi da Lavoisier nel 1700. Nel nostro secolo è stato compilato un elenco di tutti gli elementi esistenti completo e definitivo. Questo elenco presenta 92 elementi naturali e 15 artificiali, cioè creabili dall'uomo, mentre in natura sono presenti migliaia di composti. Sia gli elementi, sia i composti sono costituiti da particelle minime dello stesso tipo ,