Il bronzo

Appunto inviato da dado1985
/5

Brevissima ricerca sul bronzo con notizie storiche e moderne. (1 pag., formato word) (0 pagine formato doc)

Untitled Il bronzo è la lega più antica, infatti l'impiego del bronzo risale lontano nel tempo.
L'espressione “età del bronzo”indica, soprattutto per le culture europee del vicino Oriente , un periodo che va dagli ultimi secoli del III millennio a.C. fino agli inizi del I millennio a.C.. In particolare, i primi oggetti di bronzo comparvero verso il 3000 a.C. in Mesopotamia e nell'Anatolia; intorno al 2500 a.C. i Sumeri utilizzavano il bronzo per fabbricare armi e strumenti. Intorno al 2000 a.C. la metallurgia del bronzo sostituì gli altri tipi di leghe,sia in Europa,sia nel Vicino Oriente. Il bronzo è una lega metallica i cui componenti principali sono il rame(CU) e lo stagno(ST); è un metallo non ferroso perché viene usato allo stato grezzo.E' invalso tuttavia l'uso di denominare bronzi una vasta serie di leghe nelle quali è sempre presente il rame, mentre lo stagno può essere assente o presente in piccola percentuale:si tratta dei bronzi all'alluminio(cupralluminio),al berillio (cuproberillio),al manganese(cupromanganese)al silicio ecc…,ciascuno dei quali ha proprietà e caratteristiche diverse da quelle dei bronzi propriamente detti.
I bronzi comuni presentano una percentuale di stagno variabile dal 3 al 20-25%. Quelli contenuti fino al 10% di stagno presentano buone caratteristiche di lavorabilità per deformazione plastica e pertanto possono essere laminati, stampati, trafilati. Quelli a maggior contenuto di stagno vengono utilizzati soprattutto in fonderia per le loro ottime caratteristiche di colabilità indispensabili per ottenere getti per la fabbricazione di oggetti d'arte e di apparecchiature scientifiche diverse. I bronzi per campane sono caratterizzati da percentuali di stagno molto elevate(20% e oltre: l'alto tenore di stagno le rende particolarmente dure e compatte, assicurando le desiderate caratteristiche di suono squillante). I bronzi comuni sono stati largamente impiegati nel passato per le loro ottime caratteristiche meccaniche, tecnologiche di resistenza alla corrosione sia atmosferica sia in ambiente marino e di resistenza all'abrasione. Negli ultimi anni, per lavorazioni con deformazioni plastica, si è diffuso l'impiego dei bronzi all'alluminio che offrono analoghe caratteristiche e sono meno costosi Nella seguente tabella campi di impiego di alcuni tipi di bronzi: TIPO CAMPI D'IMPIEGO Bronzi all'alluminio Eliche marine,parti di pompe,valvole idrauliche. Bronzi al berillio Utensili,antiscintilla,molle. Bronzi al manganese Eliche marine. Bronzi al piombo Cuscinetti, leghe antifrizione per veicoli ed aeromobili. Bronzi al fosforo Ingranaggi,laminati.