La classificazione del suolo

Appunto inviato da jpse
/5

Appunti di agraria sulla definizione di suolo e la sua composizione nei vari strati (2 pagine formato doc)

LA CLASSIFICAZIONE DEL SUOLO LA CLASSIFICAZIONE DEL SUOLO La classificazione pedologica è una schematizzazione ordinata dei suoli.
Essa cerca di mettere in ordine caratteri e conoscenze relativi a loro suddividendoli in classi in base alle loro caratteristiche e proprietà (fisio-chimiche, fattori ecologici, processi pedogenetici). La tassonomia è una classificazione particolare, che indaga anche le relazioni genetiche dei suoli. Le classificazioni più importanti sono la Soil Taxonomy, il WRB ed il Rèfèrentiel Pèdologique. SOIL TAXONOMI: Fu pubblicato nel 1975 e da allora ha subito otto revisioni. E' un sistema gerarchico di classificazione, dove sono individuati dei gruppamenti di suoli simili (ordini) con lo scopo di permettere una migliore comprensione delle relazioni intercoerenti tra i suoli e i fattori responsabili delle loro caratteristiche.
I suoli sono considerati come corpi naturali costituiti da materiali minerali e organici, che coprono la maggior parte della superficie della terra, contengono sostanze viventi e sono capaci di sostentare i vegetali all'aria aperta, e in qualche luogo sono modificati da attività umane. La superficie è costituita dall'atmosfera o dalle acque, quello inferiore da materiali in cui è assente l'attività biologica, in ogni caso è collocato arbitrariamente entro un massimo di 200cm. Il limite orizzontale è costituito da aree sterili (ghiaccio o roccia) e/o dalle acque. ORIZZONTI DIAGNOSTICI: Sono strati paralleli con proprie caratteristiche fisio-chimiche e morfologiche. Si distinguono in due tipi: Orizzonti diagnostici di superficie: si sviluppano fino a (18cm) e comprendono orizzonti A e B illuviali. Si distinguono in: antropico, folistico, histico, melanico, mollico, ocrico, plaggen, umbrico. Orizzonti diagnostici sub-superficiali: sono quelli di profondità. Sono per la maggior parte orizzonti B, anche se in alcuni casi possono essere considerati A o possono presentarsi, a causa di processi erosivi, direttamente in superficie. Si suddividono in: argico, albico, argillico, calcico, cambico, duripan, fragipan, glossico, gypsico, kandico, natrico, orstein, oxico, petrocalcico, petrogypsico, placico, salico, sombrico, spodico e sulfurico. I taxa, corpi reali di suolo con una ben definibile collocazione territoriale, sono: Ordine; Sottordine; Grande Gruppo; Sottogruppo; Famiglia; Serie; Fasi. ORDINE: GELISOLS, HISTOSOLS, SODOSOLS, ANDISOLS, OXISOLS, VERTISOLS, ARIDISOLS, ULTISOLS, MOLLISOLS, ALFISOLS, INCEPTISOLS, ENTISOLS. SOTTORDINE: S'individua grazie ad orizzonti diagnostici precedentemente non considerati o in base al regime d'umidità, al materiale parentale, al grado di decomposizione della sostanza organica. In base al TSB, regime di temperatura o umidità, strati e/o materiali diagnostici il Grande Gruppo. Il suolo può essere ulteriormente caratterizzato nel sottogruppo considerandolo e definendolo come Typic, extragrado e intergrado. Famiglia e Serie si definiscono in base a livelli pratici-gestionali: