Cromatografia su strato sottile

Appunto inviato da kiaradepa89
/5

Relazione di laboratorio riguardante la separazione delle sostanze che compongono l’inchiostro con la tecnica della cromatografia su strato sottile (2 pagine formato doc)

• Titolo: Cromatografia su strato sottile • Scopo: Separare le sostanze che compongono l’inchiostro con la tecnica della cromatografia su strato sottile, utilizzando una lastrina di gel di silice.
• Teoria: La cromatografia è una tecnica di separazione dei miscugli omogenei basata sulla diversità dei colori, ed è formata da una fase fissa e una mobile. Sfrutta la capacità di una sostanza porosa di trattenere e assorbire i vari componenti di una soluzione, che un solvente o una miscela di solventi (eulente) trascina con velocità diversa, provocandone la separazione. La cromatografia su strato sottile utilizza un procedimento analogo a quello della cromatografia su carta, solo che al posto della striscia di carta abbiamo una lastra di vetro ricoperta da un sottile strato di silice, alluminia, o altre sostanze porose.
• Attrezzature: - Carta da filtro - Penna biro nera - Provetta - Lastrina di gel di silice (fase fissa) - 2 becker (port. 250 mg/sens. 50 mg) - Pipetta Pasteaur - Vetrino da orologio - Cilindro graduato (port. 10 ml +/- 0.1) (sens. 0.1) - Pennellino - Imbuto.